La colomba spaziale


La colomba spazialeDi recente i fuffari italiani hanno “scoperto” un fenomeno messo nel dimenticatoio già da alcuni anni dai loro colleghi d’oltre oceano : la “colomba spaziale“.

La sonda automatica Solar and Heliospheric Observatory, più nota come SOHO, lanciata da nel 1995 da NASA e ESA per studiare il Sole, manda ogni giorno (anzi, ogni ora!) preziose informazioni scientifiche sulla nostra stella.

Tra queste informazioni ci sono immagini della corona solare e delle sue vicinanze riprese a varie lunghezze d’onda che hanno tra l’altro permesso di scoprire circa 1500 nuove comete in meno di 15 anni di attività. Le sequenze, raccolte in filmati, sono scaricabili liberamente. Un bel giorno un fuffaro ha la bella idea di scaricarsene uno e in un fotogramma, nei pressi del Sole, nota una cosa per lui sconvolgente…

L'osservatorio automatico SOHO

L'osservatorio automatico SOHO

Ma procediamo con ordine… Il sito di SOHO permette di effettuare ricerche sulle immagini grezze e di comporre con esse delle interessanti animazioni che permettono di seguire, per esempio, i getti di materia che dalla superficie della nostra stella vengono sparati nello spazio. Tra i vari strumenti di cui dispone la sonda c’è LASCO, acronimo di “Large Angle and Spectrometric COronagraph experiment“, che fornisce immagini grandangolari (anche se le immagini più spettacolari sono quelle di altri strumenti).

L’accesso ai dati e alle immagini è libero. Ci si collega a:

http://sohodata.nascom.nasa.gov/cgi-bin/soho_movie_theater

Poi si scelgono il tipo di immagine (ossia si seleziona il tipo di strumento che l’ha ottenuta), la risoluzione (512 o 1024 pixel per lato), e il periodo che ci interessa (con le date nel formato anno-mese-giorno). Per esempio provate a selezionare:

  • Image Type: LASCO C3
  • Resolution: 512
  • Start date: 2000-05-10
  • End date: 2000-05-12

e poi cliccate su search. Vedrete alcuni pianeti danzare intorno al Sole che scoppietta, con le Pleiadi che si muovono sullo sfondo. Ecco un fotogramma della sequenza:

Diversi oggetti astronomici ripresi da SOHO

Spettacolare immagine ripresa da SOHO

Il disco del Sole è occultato artificialmente. Potete vedere chiaramente la corona e i getti di plasma che escono dalla nostra stella. Per riconoscere i pianeti potete servirvi di qualche planetario software (ad esempio Stellarium, gratuito ed opensource). Si notino quella specie di barra orizzontale che attraversa i pianeti (dovuta alla loro luminosità) e quella traccia bianca obliqua in basso a sinistra: è uno dei tanti disturbi che appaiono in queste immagini e che sono i protagonisti veri di questa storia.

Vi consiglio di dare un’occhiata anche agli altri strumenti perché ne vale veramente la pena. In generale gli anni 1999-2001 sono più interessanti, soprattutto perché il Sole era al suo massimo di attività. Ora è particolarmente sonnacchioso.

Continuiamo. Un bel giorno – dicevo – un fuffaro nibirologo ha la bella idea di scaricare una di queste sequenze e in un fotogramma, nei pressi del Sole, nota una cosa che stimola la sua fantasia:

A = Colomba, B = Cometa

In alto a sinistra, indicato con “A”, si nota in effetti qualcosa di strano: una forma stilizzata che potrebbe ricordare un uccello con le ali aperte. In basso a destra, indicata con “B”, c’è una cometa.

Per recuperare la sequenza animata i parametri da impostare sono:

  • Image Type: LASCO C3
  • Resolution: 1024
  • Start Date: 2002-09-18
  • End Date: lasciare vuoto

Vedrete la cometa spostarsi verso il Sole. L’intruso “A” sarà invece presente solo nel fotogramma delle 18:42. Noterete anche che quel particolare scompare in mezzo a tanti altri, alcuni molto più evidenti: strisciate, macchie e ghirigori vari. Una persona la cui ragionevolezza sia nella norma sarà dunque portata a pensare a un altro dei tanti disturbi che appaiono nella sequenza.

Ma la mente del fuffaro non segue la strada della razionalità: quella, per lui, è veramente una colomba. Cioè, è un’astronave a forma di colomba. Anzi, è Nibiru, il dodicesimo pianeta secondo i vaneggiamenti di Zacharia Sitchin e il mare di fulminati che gli credono. Ancora meglio: è un’astronave madre inviata dagli Annunaki di Nibiru, e la cometa è un missile lanciato dalla Terra per intercettarla. Insomma, qualunque cosa purché non si parli di normalità. Nota bene: non erano battute sarcastiche: a partire dal “cioé” in poi, hanno veramente detto tutto questo. Nei link riportati in bibliografia troverete i riferimenti ad alcune di queste “teorie”.

Naturalmente di immagini di quel tipo se ne trovano tante altre, basta guardarsi le immagini di SOHO con un po’ di pazienza. Questa l’hanno trovata altri fuffari:

La colomba e Mercurio

A = Colomba, B = Mercurio

L’oggetto indicato come “B” è il pianeta Mercurio. L’oggetto “A” per i nostri fuffari è di nuovo la colomba, che in questo caso mostra addirittura una “scia energetica”. La scia è ancora più evidente qui:

Colomba con scia 1

Colomba con "scia energetica"

La colomba appare nelle posizioni più varie. Questa per esempio l’ho trovata io:

colomba con scia 2

Colomba con "scia energetica" con diverso "assetto"

Si sta forse allontanando in picchiata?

A detta dei fuffari questo oggetto svolazzerebbe (“orbiterebbe” mi pare improprio) nei pressi della sonda SOHO da almeno dieci anni, apparendo ogni tanto, perfettamente a fuoco, in un fotogramma isolato per poi sparire… Le loro ipotesi sono fondamentalmente due: il pianeta (Nibiru) oppure l’astronave.

Nibiru con le ali

Nibiru, pianeta alato

Vediamo la prima… Se fosse un pianeta, data la sua dimensione angolare, dovrebbe essere immenso e quindi sarebbe già stato visto dalla Terra (fate il confronto col disco del Sole, che dista da noi e da SOHO circa 150 milioni di chilometri ed ha un diametro di quasi 1,4 milioni di km). Questa però è una spiegazione razionale che nessun vero fuffaro accetterebbe mai (vedi riferimento 3 in bibliografia): è molto meglio pensare a un qualche tipo di meccanismo di occultamento planetario. I fuffari si aspettavano di vederlo in tutto il suo splendore durante la grande eclisse di Sole del 22 luglio scorso in Asia. Stranamente non c’era…

Klingon's bird of prey

Falco da guerra Klingon

La seconda ipotesi è quella dell’astronave aliena a forma di uccello che si diverte a gironzolare nel campo visivo della sonda SOHO. Si ferma per farsi immortalare, poi riparte velocissima e torna, fastidiosa come una mosca. E nessuno di questi astrofisici del cavolo che hanno le immagini sotto al naso dalla mattina alla sera che dica qualcosa. Tocca ai poveri fuffari capire davvero di cosa si tratta. Nel primo link in bibliografia si parla di queste ipotetiche astronavi e dei siluri spediti dalla Terra per colpirli. Aggiungo io che potrebbe persino essere un falco da guerra klingon. In fondo, come amano dire gli appassionati di pseudo-scienza, tutto è possibile!

Veniamo alla soluzione del dilemma, che non è complicata ma anzi alla portata di tutti. Basta leggere le FAQ (frequently asked questions, ovvero domande poste spesso) della missione SOHO, ed in particolare questa. Oppure si può scrivere direttamente alla NASA o all’ESA (come abbiamo fatto io ed altri) i cui ricercatori non si fanno di certo problemi a rispondere.

Sensore CCD

Sensore CCD

Gli strumenti ottici di SOHO concentrano la luce che raccolgono su dei CCD. Un CCD (acronimo per Charge Coupled Device) è una matrice di piccolissimi sensori (pixel) ciascuno dei quali è in grado di quantificare la luce che lo investe: un raggio di luce che colpisce la cella viene convertito in elettroni; quando l’esposizione è sufficiente questi raggi (fotoni) possono essere letteralmente contati e dunque la matrice convertita in un’immagine digitale. E’ lo stesso tipo di dispositivo presente nelle fotocamere digitali e nelle webcam. La matrice del CCD dello strumento LASCO C3 è 1024×1024 punti e ha quindi una capacità di appena un megapixel cioè meno di un telefonino economico, anche se è molto più sensibile.

Raggio cosmico

Cascata di particelle

Lo spazio intorno al nostro pianeta è percorso da raggi cosmici, più o meno energetici, che provengono da ogni direzione. Quando queste particelle cariche colpiscono il CCD accendono i suoi pixel molto più dei singoli fotoni (sono diversi ordine di grandezza più energetici). Possono colpire la superficie del circuito con un’incidenza più o meno accentuata (grazing incidence). Se il raggio colpisce il circuito molto obliquamente apparirà una strisciata; se è molto energetico questa sarà molto luminosa.

Dunque, man mano che l’angolo di incidenza si riduce, la traccia si accorcia e l’energia della particella si concentra su un’area minore. Compare allora la banda orizzontale già vista per i pianeti, che si riduce man mano che la particella perde energia: ecco spiegata la nostra colomba.

Quando un raggio cosmico colpisce la materia, decade generando una cascata di particelle subatomiche: è quello che si ottiene anche negli acceleratori di particelle.

Anche la cascata di particelle può venire immortalata come un bagliore sul CCD: ecco spiegate le tracce energetiche.

[ modificato alle 17:24 del 16/9/2009 ]


Bibliografia:

 

  1. CyberSpaceOrbit.com (The winged Ra and other events)
  2. LaBottegaCuriosa (strano oggetto intorno al Sole)
  3. Universum-Ita (La sonda SOHO riprende Nibiru)
  4. Phil Plait spiega il fenomeno su BadAstronomy

25 risposte a La colomba spaziale

  1. globy scrive:

    Ma ke sei uno scenziato?O è la versione ufficiale come per 11 Settembre??

    Mi piace

  2. Gabriele scrive:

    Globy, fai tu…Sentiti libero di credere che è la colomba spaziale se ti fa piacere. Fatto sta che negli USA questa bufala è già stata sbugiardata da un pezzo.Ho aggiunto un link (4) che spiega la questione più tecnicamente ma è in inglese. Come potrai leggere non solo SOHO ma anche le immagini grezze di Hubble e di tutte le sonde con un CCD sono affette da quel problema.

    Mi piace

  3. fabio scrive:

    Ciao Gabriele, come vedo non credi a niente riguardo queste cose o non vuoi credere? Smentisci tutto e tutti, ma chi sei? Non credi nemmeno alla piramide in Bosnia,io ci sono stato e ho visto coi miei occhi che in effetti c'e'. Prendi in giro i fuffologi, ma qui l'unico che deve essere preso in giro sei tu…mi dispiace dirtelo ma sei un po' ignorantello. Ma ti pagano per smentire tutto cio? Informati meglio perche' le cazzate sono in quello che scrivi tu e riguardo alla datazione delle piramidi risalenti al 10500 a.C. e' stata fatta da scenziati e non da fuffologi come li chiami tu. Informati meglio e di meno cazzate, e menomale che di ignoranti come te ne sono rimasti pochi! Sono convinto che non credi ad una probabile altra forma di vita ma magari sei uno di quelli che crede a Padre Pio, vero? Ciao e aspetto una tua risposta.

    Mi piace

  4. fabio scrive:

    Ah dimenticavo…non confondere chi cerca di studiare fenomeni ufo con cartomanti e stregoni, perche' a loro non credo neanch'io. Quelle sono bufale per creduloni, ma non puoi dire che in tutto l'Universo ci sia solo il nostro sistema solare e che noi siamo l'unica razza esistente. E' arrogante pensare cio'. Ovviamente ci sono anche le bufale fra filmati e storielle riguardo alieni, tipo la colomba spaziale che anche per me e ' una bufala,purtroppo c'e' tanta gente stupida che fa falsa propaganda e fa si che la gente come te ovviamente non ci crede, ma bisogna informarsi bene, avere fonti certe e serie,amicizie nel campo ,insomma chi studia veramente queste cose. Purtroppo anche tu fai falsa propaganda e hai addirittura aperto un blog….se non ci credi tiettelo per te ma non cercare di convincere la gente che non e' vero niente, io direi che la verita' bisogna cercarsela da soli come ho fatto io, studiare, e purtroppo avere determinate amicizie nel campo, ma e' difficile…comincia anche tu a cercare la verita' da solo e apri gli occhi che tu NON VUOI VEDERE al di la di un palmo di mano, e ricorda che anche Galileo fu preso per pazzo…

    Mi piace

  5. Gabriele scrive:

    Grazie di essermi venuto a trovare e di avere lasciato un commento così intelligente. Meritava proprio di essere pubblicato.

    Mi piace

  6. fabio scrive:

    Ti ho trovato per caso, e mi hai incuriosito, non perchè non credi ad un'altra probabile esistenza, visto ke ognuno di noi è libero di credere a cio' ke vuole, ma tu non credi a niente e neghi l'evidenza, per questo ti ho scritto perchè mi hai un po incattivito…non sono tutti pazzi quelli ke studiano alcuni "strani fenomeni"….dimmi,visto ke non mi hai risposto,credi a padre pio o alla chiesa? ciao gabriele,aspetto una tua risp.

    Mi piace

  7. Gabriele scrive:

    No, sono agnostico. Sulle tue presunte evidenze, ti consiglio vivamente di imparare una pratica che si chiama "verifica delle fonti". Ti accorgerai che di evidenze ce ne sono davvero tante, ma sono tutte contrarie a certe congetture.Certo, nessuno ti vieta di credere ma tieni conto che – in genere – o si crede, o si pensa.E se su certi argomenti la razionalità può poco su altri basta informarsi un po' per non aver nessun bisogno di credere.Ho pubblicato il tuo precedente messaggio sul blog perché, oltre che sciocco, mi sembrava emblematico dell'atteggiamento supponente, arrogante e completamente irrazionale di cui ho parlato nei miei articoli. Scordati che ne passi un altro di quel tipo.

    Mi piace

  8. fabio scrive:

    Eppure se studiassi la fisica quantistica o la teoria della relativita' di Einstein capiresti molte cose….e' vero saranno anche congetture, ma fondate (non penso che Einstein fosse uno scenziato pazzo). Impareremmo che il nostro non e' un universo bensi' un multiverso…cmq ognuno ha una sua testa ed e' giusto che pensi quello che vuole. E poi un'ultima cosa: io non credo cosi' a caso, altrimenti crederei anche in tutte le idiozie che ci vorrebbe imporre la chiesa, ma anche io ,per affermare cio' ho pensato,studiato e approfondito nel campo per conto mio, o con fonti attendibili quali non sono alcuni siti internet, ma persone anche di una certa importanza che ci sono in mezzo a quei discorsi. Concordo con te nel dire che tanti siti internet che parlano di questi argomenti sono solo pura fantasia. Ciao Gabriele.

    Mi piace

  9. Gabriele scrive:

    Per quel che riguarda la la fisica quantistica e la teoria della relatività: penso che tu non sappia di cosa parli. Se tu leggessi qualche testo scientifico divulgativo (leggi qualcosa di Stephen Hawking o il bellissimo "Meccanica quantistica e senso comune" di) ti renderesti conto proprio per queste due teorie la stragrande maggioranza delle affermazioni degli ufologi non stanno in piedi.Per tua informazione del multiverso non ne parlano ne' la teoria della relatività ne' la meccanica quantistica (che non sono congetture ma teorie scientifiche provate qua una quantità incredibile di evidenze); se mai quella delle stringhe, che ancora non ha lo status di teoria scientifica visto che non è ne' verificabile ne' falsificabile.Ognuno può pensare e credere giustamente quello che vuole; anche nelle falsità. Io mi limito, per quello che posso, a sottolineare quelle.

    Mi piace

  10. Gabriele scrive:

    Riguardo il secondo commento, ancora più "intelligente" del primo, che mi era sfuggito: non credo proprio che tu possa dire cosa io possa fare o cosa no. Se trovi qualcosa di falso in quello che ho scritto fammelo presente. Altrimenti è piuttosto patetico millantare conoscenze che non hai.

    Mi piace

  11. fabio scrive:

    Ciao Gabriele, ho dato un'occhiata a S.Hawking e guarda caso anke lui ha detto (in una conf.stampa del 23/04/08 a Londra)che gli alieni esistono anke se sono forme di vita rudimentali,ed è raro trovarle intelligenti. E' anke possibile viaggiare nello spazio per grandi distanze per causa della curva spazio-temporale che provocano le grandi masse. Ovviamente ho preso da lui quello che mi interessava per cercare di farti capire che non è da escludere un'ipotesi extraterrestre,perchè non siamo soli in un Universo infinito. Ci sono molte prove serie che inducono almeno a prendere in considerazione questa ipotesi,molti fatti strani o molte verita' che i governi ci tengono nascoste.Perche tengono nascoste le verità e mandano avanti bugie di oltre 2000 anni tipo la chiesa? Riguardo a internet è pieno di bufale o di falsi filmati con navicelle o false foto con esseri strani,ma ripeto, non è da escludere una probabile esistenza aliena, su questo dovresti concordare e non essere presuntuoso di pensare di essere gli unici ad abitare l'universo. Vedo che hai una buona semantica,quindi penso tu sia intelligente e mi scuso di averti dato dell'ignorante, ma permettimi di dirti ke sei ottuso. Bisogna prendere in considerazione sempre anke altre ipotesi,a volte sono le piu assurde ad essere veritiere. Detto cio' io sono sicuro del mio pensiero come tu lo sei del tuo…possiamo continuare a parlare per anni,ma la pensiamo diversamente, io sono sicuro che l'Egitto nasconda un grande segreto come i governi nascono delle grandi verita', magari nella testa dei piu razionali risultano assurde,ma assurdo non significa impossibile…ciao Gabriele, è stato interessante confrontarmi con te, forse ti riverro' a trovare…un saluto

    Mi piace

  12. Gabriele scrive:

    Non credo di avere mai scritto ne su queste pagine ne altrove che non esistano altre forme di vita nell'universo e altre civiltà. E se l'avessi scritto sarebbe per errore, visto che penso esattamente il contrario: sono convinto che non siamo soli nell'universo e che esistano altri pianeti abitati oltre al nostro.Ma tra questo agli UFO intesi come astronavi aliene corre una distanza enorme, come spiega bene lo stesso Hawking.Sulle tue sicurezze riguardo l'Egitto non so che dire: mi limito a osservare che le datazioni al radiocarbonio erano una bufala (e chi le proponeva un imbroglione) e che i presunti allineamenti di Bauval e Hancock (nota bene, scrittori e non scienziati) sono stati di fatto smentiti dagli stessi ideatori della teoria. Ma nessuno ti vieta di pensare che sotto le sabbie del Sahara ci siano ancora tante cose da scoprire. Magari è davvero così.

    Mi piace

  13. […] i raggi cosmici hanno meno fascino di una bella tempesta solare (tranne magari quando diventano la Colomba Spaziale) così con l’annuncio del massimo di attività per il 2013 qualcuno ha pensato bene di tirar […]

    Mi piace

  14. […] nel dicembre 2012“. Visto che si parla anche delle immagini di SOHO, vi segnalo anche La Colomba Spaziale (addirittura del 2009). Bat boy, il simbolo di Word Weekly […]

    Mi piace

  15. […] li immaginate quelli che vedono colombe spaziali nelle foto della sonda SOHO oppure astronavi giganti in pelucchi sulle lastre fotografiche che […]

    Mi piace

  16. conterally scrive:

    A proposito di normalità, condivido la prima parte del pensiero. Non si pensa che ha qualche cosa di strano vedendo quell’oggetto sullo schermo, ma l’ipotesi dei raggi cosmici a fronte di forme diverse è, per una mente altrettanto normale, abbastanza indebolita. Non ho trovato neanche tra i tag i cerchi nel grano, per avere un’idea più esatta sul grado di attendibilità delle ipotesi che hai elaborato.
    Hai già formulato qualche tesi sui crope circles o sono effettivamente di origine paranormale?

    Mi piace

    • Gabriele scrive:

      Per quel che riguarda i raggi cosmici che determinano questi disturbi nei CCD delle sonde spaziali, tendo a considerare attendibile quello che dicono gli esperti in materia e poco attendibile quello che dicono i complottisti e gli ufettari che in genere non hanno alcuna competenza in materia. Del resto non vado dal salumiere per un rogito ma dal notaio; non vado dal barbiere per farmi curare un molare ma dal dentista; non vado dal lattaio a farmi sistemare la frizione ma dal meccanico.

      Per quel che riguarda i cerchi nel grano non è mio compito formulare tesi. Ci hanno lavorato persone più preparate di me, hanno incontrato i circle makers e ne hanno costruiti loro stessi. Non c’è nessun mistero in un fenomeno noto nei dettagli ormai da anni. Noto piuttosto una forte differenza di atteggiamento tra i cosiddetti debunker e i credenti. I primi hanno affrontato la questione mettendosi in gioco indagando, studiando, imparando a farli e cimentandosi sul campo. I secondi si limitano a guardare video su youtube e a citare articoli reperiti in rete senza mai nemmeno verificarne le fonti. Se vuoi approfondire ti consiglio l’ottimo libro “Cerchi nel grano. Tracce d’intelligenza. UFO, alieni e incontri ravvicinati del 2° tipo” di Francesco Grassi, autore dei migliori crop circles italiani.

      Mi piace

  17. conterally scrive:

    Il rigore scientifico è un merito almeno quanto la coscienza dei limiti che lo rendono attendibile, per cui il metodo permette l’esclusione di alcune ipotesi, quando viene applicato. Se non si sa cosa dire, la formula usata può essere un modo di evitare fastidi. A proposito di raggi cosmici, dove si trova una immagine nitida, che appare saltuariamente, che non ha alcuna relazione fisica con gli altri corpi celesti perfettamente identificati e sembra capace di moto proprio, al minimo comun denominatore, l’ignoranza la fa da padrona. Al momento non ne so di più, ma di meno non vale. A proposito dei crope circle hand made non c’è dubbio, mentre per fenomeni più misteriosi ci sono testimonianze ben più imbarazzanti. Circa i supporti poi della documentazione, credo appunto che sia l’autore a dover essere distinto ed a tal proposito tanto per fare qualche progresso, nell’unico senso possibile beninteso, suggerisco questa intervista all’astronomo ed astrofisico statunitense Dr. Frank Drake sul messaggio di Chilbolton https://www.youtube.com/watch?v=dIzBwgXdvRI

    Mi piace

    • Gabriele scrive:

      Il punto è che gli effetti dei raggi cosmici sui CCD sono un fenomeno noto, riproducibile e comune ad altri osservatori orbitali. Quando un fenomeno è ben conosciuto e compreso è chi ne fornisce una spiegazione poco ortodossa a dover portar prove.
      Bada bene: prove e non testimonianze aneddotiche che in scienza valgono solo per far statistica.
      Sono perfettamente d’accordo con Drake che quel crop sia uno scherzo (come TUTTI i crop circles) e che eventuali extraterrestri troverebbero metodi più efficaci e intelligenti per comunicare

      Mi piace

  18. conterally scrive:

    A beneficio di tutti ho trovato un documento che espone in modo ordinato molti dei difetti che l’astrofotografia può soffrire, tra cui i raggi cosmici, di cui si può osservare l’esempio. http://www.lezionidiastronomia.it/astronomia%20amatoriale/pdf/Difetti%20riprese%20digitali_gasparri.pdf

    E’ già possibile fare il paragone con le immagini del post, per ritenere di dovere soffrire di un obbligo religioso a dover scegliere trai i casi in elenco per associare quella immagine di UFO, con il fenomeno dei raggi cosmici. Per il momento non ho altre informazioni, ma credo basti, a riconoscere, il caso aperto ad ulteriori approfondimenti.

    Mi piace

    • Gabriele scrive:

      A parte il blooming che è un parente relativamente stretto del fenomeno della cosiddetta “colomba” a nessun astrofilo potrà mai capitare (a meno di botte di culo spettacolari) di verificare quel difetto perché a) usa strumenti diversi ma soprattutto b) non si trova nello spazio interplanetario. Del resto chiunque può facilmente verificare quanto la frequenza di quegli “UFO” sia correlata anche ad eiezioni, brillamenti e attività solare. O magari scrivere all’esperto NASA che in alcuni casi riesce anche a distinguere se si tratta di un decadimento alfa.

      Mi piace

    • Gabriele scrive:

      E cosa ci sarebbe di strano? Il braccio dell’ottica, il pianeta che passa davanti a non so quale ammasso o la matrice di 32×32 punti dovuta a un errore di trasmissione, visto che la riga di scansione è nettissima, i dati sono trasmessi a blocchi di 32×32 pixel e quella matrice è perfettamente allineata a 640×608 (quindi multipli di 32)? Nel tuo caso il blocco è 16×16 e la posizione 320×304 (multipli di 16) perché hai scelto 512×512 come risoluzione.

      Mi piace

  19. conterally scrive:

    Non c’è niente di strano nel vedere quel che c’è veramente nella foto che ho proposto ed in base alla stessa competenza, le considerazioni da fare sulle foto hai messo nel post sono sensibilmente distinguibili. Non si può dire la stessa cosa.

    Mi piace

    • Gabriele scrive:

      Hai uno strano modo di costruire le frasi, quasi che tu stessi cercando di tenere un registro che non è tuo.

      Ad ogni modo, quello che c’è sulle foto (la tua e le mie) è precisamente quello che ho scritto e non c’è nulla di misterioso; e la competenza non è la mia ma quella di chi quegli strumenti ha costruito e coi quali lavora quotidianamente: il team di scienziati che gestisce il satellite SOHO. E’ a loro che mi sono rivolto e dubito che al mondo ci sia qualcuno di più competente. Chi professa il wishful thinking dovrebbe evitare di tirare in ballo la competenza.

      Nello specifico dell’ultima immagine, se non ti spaventa chiedere conferma a uno del team di SOHO (chi ha “certezze” un po’ naive tende ad evitare certi confronti a differenza di chi è curioso), chiedilo a qualunque studente universitario che abbia fatto un esame di trasmissione dati; anche se in realtà basta molto meno per riconoscere i pacchetti dati, la loro dimensione, il loro allineamento e l’ordine di trasmissione.

      Di esempi simili del resto ce ne sono dozzine. Guarda per esempio il giorno 2 agosto 2014 alle 12:54; o lo stesso giorno alle 10:18, alle 20:42 o meglio ancora alle 6:18 del giorno successivo (bello isolato): stesso problema di trasmissione dati, stessi pacchetti dati 32×32, stessa griglia di allineamento… Ci sono anche fotogrammi con diversi blocchi corrotti (cercateli, basta solo un po’ di pazienza). D’altra parte si sa: gli UFO sono dispettosi e soliti allinearsi secondo una geometria discreta e rifiutano il continuo, troppo banale…😉

      Capisco vedere UFO quando non ci sono spiegazioni, ma per farlo con le immagini di SOHO bisogna davvero voler credere molto…😉

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: