Prossimamente nei nostri cieli


Il suo realizzatore giapponese lo chiama “Futuristic Circular Flying Object” ed è progettato per andare la dove gli esseri umani non possono.

Questa sfera radiocomandata, più o meno delle dimensioni di una palla da basket, è stata costruita per operazioni di ricerca e recupero: per volare dentro e fuori da edifici indeboliti dai terremoti o altri disastri naturali e per usare la videocamera di bordo per trasmettere immagini in diretta di tutto ciò che vede.

La palla, nera e con una struttura aperta, sembra un oggetto d’arte futurista, ma può rimanere sospesa per aria fino ad otto minuti e viaggiare a 60 km/h – anche se deve rallentare per entrare dalle finestre.

Fumiyuki Sato, all’istituto tecnico per la ricerca e lo sviluppo del ministero della difesa giapponese ha inventato e costruito il veicolo spendendo più o meno 110.000 yen (poco meno di 1000 €) con parti comprati in normali negozi di elettronica di consumo.

Parlando del prototipo ha detto che «grazie alla sua forma sferica può atterrare in qualsiasi posizione e rotolare per spostarsi sul terreno». Schizza attraverso l’aria, veleggia gentilmente intorno agli angoli ed imbocca le scale con facilità, emettendo un leggero ronzio.

Misura 42 cm, è dotato di otto timoni manovrabili, 16 alettoni e tre sensori giroscopici per mantenere l’assetto. È fatto di leggerissima fibra di carbonio e stirene, per un peso totale di 340 grammi.

Se le pile esauriscono la carica, è stato progettato per rotolare semplicemente fino a fermarsi per minimizzare le possibilità di danno.

«Quando sarà completamenet sviluppato potrà essere usato nei luoghi di disastri, in operazioni anti-terrorismo o contro la guerriglia urbana», ha detto Sato. «Nel frattempo», ha aggiunto «mi diverto da matti a provarlo».

(Reuters Life, 14/7/2011)

Considerazione personale… Tra qualche mese probabilmente ce lo ritroveremo su e-bay, della dimensione di una palla da tennis e al costo di poche decine di euro. Se noi miseri esseri umani con la nostra tecnologia così arretrata, comprando semplicemente pezzi di normalissima elettronica di consumo, siamo in grado di realizzare (a costi che può permettersi qualunque appassionato) un oggetto del genere, che bisogno hanno gli alieni (che qualcuno vorrebbe in visita continua presso il nostro pianeta) di girare per l’atmosfera con improbabili navicelle?

Se non sono capaci di costruire altro che bagnarole che vengono regolarmente filmate e messe su YouTube, aprano piuttosto un account PayPal, comprino su ebay i pezzi e potenzino con le loro fantastiche risorse energetiche il progetto della palla. Riusciranno ad osservare ciò che vogliono senza correre il rischio di essere sgamati.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: