La Russia costruisce 5000 rifugi per difendersi dalla cometa Elenin?


Rifugio anti-atomico

Un rifugio anti-atomico

A Mosca sarebbero in costruzione 5000 rifugi antiatomici. La cometa Elenin è stata scoperta da Leonid Elenin, russo, e passerà vicino alla Terra entro la fine di quest’anno, allineandosi col Sole come già aveva fatto in occasione del terremoto in Giappone. Sarà questo il motivo per cui i russi hanno deciso di costruire tanti rifugi?

Chi mi segue su questo blog sa già come la penso su terremoti e comete e su certe coincidenze tirate per i capelli (o meglio per la chioma, trattandosi di comete).

Proviamo però a consultare Google cercando “russia shelters elenin” (clicca qui): ben 141.000 risultati. Oppure cerchiamo “Moscow shelters elenin” (clicca qui): altri 50.000 risultati. Ma la colpa potrebbe essere di Nibiru? Cerchiamo “Russia shelters Nibiru” (clicca qui): oltre 550.00 risultati. Possibile che sia veramente così?

Non diciamo cazzate.

La notizia della costruzione di nuovi rifugi sulla stampa occidentale è di luglio 2010: “Moscow arms against nuclear attack” (RT Question more).  La cometa è stata scoperta quasi un anno dopo, nel dicembre 2010.

Già all’epoca di questo annuncio dell’appalto i soliti siti catastrofisti specularono sul fatto che i rifugi sarebbero stati pianificati per la “fine del mondo nel 2012”.  Ovviamente nessuno di costoro andò a verificare la fonte della notizia, un annuncio su un’agenzia russa (Lenta). Qui l’articolo in russo: http://lenta.ru/news/2010/07/12/vaulttec/. Il traduttore di Google funziona sufficientemente bene per capire cosa dice l’articolo, che riporto qui corretto degli strafalcioni automatici più evidenti:

Moskomarkhitektura (il comitato moscovita per l’edilizia e l’urbanistica) svilupperà un modello di rifugi per la protezione civile. Lo riporta RIA Novosti oggi, 12 luglio (2010).

Le autorità di Mosca hanno già dato il mandato agli architetti. Si prevede che nel 2011-2012 sarà pianificata l’installazione a Mosca di 5000 rifugi prefabbricati. Secondo il comitato, con lo sviluppo di un modello di rifugio la pianificazione e la costruzione di queste difese per la popolazione civile sarà del 10-15% più veloce.

Il mandato firmato dal sindaco Yuri Luzhkov per la fornitura di strutture ricettive per la Protezione Civile a  Mosca, prevede che i rifugi verranno costruiti sotto edifici residenziali, centri commerciali, impianti sportivi, monumenti, garage sotterranei, aeroporti ed altre strutture. Il mandato prevede che le imprese e i proprietari degli edifici saranno responsabili della disponibilità dei rifugi e del loro mantenimento.

Nel 2001 divenne chiaro che i rifugi della città, in caso di necessità, avrebbero potuto ospitare solo poco più della metà dei moscoviti. Questo in parte è dovuto al fatto che centinaia di questi complessi, a partire dal 1990, erano stati venduti ad imprese private e trasformati in magazzini e uffici. Inoltre i rifugi esistenti sono stati costruiti prima del 1980 e non sono più adatti a ricevere persone.  Per risolvere la situazione era stato proposto di obbligare le imprese private a costruire i rifugi per conto proprio.

Interessanti quanto l’articolo sono i link a fondo pagina, dove si riportano notizie degli anni precedenti:

Non solo la notizia è vecchia, ma la pianificazione di questo tipo di opere era già in atto in tempi assolutamente non sospetti.

Comet shelter

Rifugio anti-cometa?

In ogni caso decidiamoci: i rifugi serviranno per la fine del mondo del 2011 per colpa della cometa, per la fine del mondo del 2012 per colpa dei Maya, per la fine del mondo per colpa di Nibiru o magari per la fine del mondo del 2013 per colpa della supertempesta solare?

In ogni caso andrà male per chi cercherà di sfuggire alla fine del mondo di turno perché i rifugi non saranno costruiti in tempo: entro il 2012 sarà solo pianificata l’installazione di 5000 rifugi prefabbricati (basati su un modello che sveltirà e renderà più economica la messa in sito), che serviranno per integrare e svecchiare l’obsoleto apparato di difesa civile attuale risalente a prima del 1980 e del tutto insufficiente per la popolazione moscovita.

E dire che i catastrofisti avevano avvertito…

Per rispondere alla domanda iniziale, i 5000 rifugi antiatomici si farebbero dunque a causa della cometa? La causa non potrebbe, per puro caso, dipendere dal fatto che tutto sommato la Russia è ancora la seconda potenza nucleare al mondo? E che magari il vero pericolo è che ancora esistano delle testate nucleari e non sciocchezze come Nibiru, la profezia Maya o gli isterismi della cometa di turno?

2 risposte a La Russia costruisce 5000 rifugi per difendersi dalla cometa Elenin?

  1. eremo pellegrino scrive:

    Un amico dottore è fermamente convinto nella teoria dell’evoluzione e che tutto quello che c’è in giro c’è solo per puro caso […]

    Mi piace

    • Gabriele scrive:

      Il tuo amico dottore ha ragione per quel che riguarda la teoria dell’evoluzione mentre l’idea che tutto quello che c’è in giro sia solo per puro caso deriva da un tuo probabile fraintendimento di cosa sia la selezione naturale. Ai creazionisti ho dedicato questo post: lettera ai creazionisti. Sull’argomento ti consiglio “L’orologiaio cieco” di Richard Dawkins.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: