I vaccini che “fanno male”…


Vaccino antipolio

Vaccino antipolio

La poliomielite è una malattia devastante in grado di uccidere, di paralizzare, di provocare danni neurologici gravissimi e che colpisce specialmente i bambini.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità e l’UNICEF hanno annunciato che in India (un miliardo e duecento milioni di persone) da più di un anno non si sono vericati casi di questo terribile morbo. È una notizia splendida.

Sono forse state le medicine alternative, magari proposte da chi sostiene che la polio non sia causata da  virus ma dalle condizioni sanitarie precarie (come se ora in tante zone dell’India fossero migliori) o addirittura che i virus non esistono (tipo l’HIV che secondo certi arguti cospirazionisti non sarebbe mai stato isolato in laboratorio)? No…

È stato grazie alla miracle mineral solution, la miracolosa bevanda di Jim Humble a base di candeggina? No…

È stato grazie al bicarbonato che a dire di certi ciarlatani curerebbe il cancro (che sarebbe un fungo)? No…

Forse sono state la nuova medicina germanica, l’urinoterapia, i fiori di Bach? No…

È stato per merito dell’omeopatia? No…

O magari sono state le preghiere? No…

Centinaia di migliaia di bambini non si ammaleranno, non moriranno, non rimarranno paralizzati o non avranno gravissimi problemi neurologici grazie a una massiccia campagna di vaccinazione.

Grazie ai vaccini il vaiolo è stato debellato e l’eradicazione della poliomielite è vicina.

Polmoni artificiali per malati di polio

Negli anni ’50 migliaia di giovani furono rinchiusi in respiratori meccanici a causa della paralisi dei muscoli respiratori provocata dalla polio. Prima questi pazienti morivano…

I vaccini salvano la vita; i ciarlatani, specie quelli che raccontano che i vaccini fanno male e invitano i genitori a non vaccinare i figli, la mettono a rischio.


Advertisements

50 risposte a I vaccini che “fanno male”…

  1. Alessia ha detto:

    Beppe Grillo è un credulone, un ciarlatano e un fuffologo. Ok. Bravo hai capito tutto della vita. Mario Monti, Barak Obama , Bill Gates e Goldman Sachs invece sono dei santi. Giusto. Ci stai bene in questa Italia, io è meglio che me ne vada o mi sopprimono. In un modo o nell’altro. Spero solo di vivere fino ad un attimo prima della tua rovina. Bye Ciccio

    Mi piace

    • Gabriele ha detto:

      No, figurati, è Beppe Grillo il santo che dice solo cose giuste. Certo, ha i vestiti marci perché li lava con le palle di ceramica che non lavano, ma lui ha ragione. Certo, è un sostenitore delle automobili a idrogeno che costano un botto (e continueranno a costare un botto) e solo i ricchi come lui se le possono permettere, ma è un santo. Certo, sostiene gli sciachimichisti – la creme de la creme dell’idiozia – ma lui è infallibile. Certo, parlava di signoraggio ma … ma adesso ha smesso! Certo, caccia dai 5 Stelle chi non la pensa come lui e si oppone, ma è per il bene del movimento.

      Soprattutto, io ho scritto e detto cose a favore di Monti, Obama e GS per cui è giusto accusarmi di farlo.

      E poi – visto che sei un’ochetta che si è fatta comprare l’ipad da papà ma sbraita contro Monti – Bill Gates è il male mentre Steve Jobs un genio, uno che non pensava ai soldi e che non ha mai fatto e detto nulla contro il software libero…

      Ma voi fanatici vi fanno con lo stampino?

      P.S.

      Per chiarezza, Grillo dice molte cose stra-giuste ma anche alcune clamorose cazzate. Dopotutto è un essere umano. Di certo non ce l’ho con lui e anzi spesso sono d’accordo con alcune sue posizioni. Purtroppo c’è chi lo idolatra ed è disposto a bersi d’un sorso tutto quel che dice perché è lui a dirlo, rifiutando di usare la testa e pensare con senso critico. I fanatici, purtroppo, sono ovunque.

      Mi piace

  2. Nina ha detto:

    Tutto ciò che scrivi è molto ben documentato e comunque i commenti di risposta alle critiche sono tranquilli e ragionevoli, mentre le critiche stesse mi sembrano molto avvelenate, probabilmente perché con i tuoi articoli si sentono chiamati in causa…finalmente ho trovato un sito dove avere conferma delle mie idee anche perché ormai internet è saturo di notizie catastrofiste di pseudo illuminati, conoscitori delle verità misteriose (e sembra si sentano bene a mettere ansia e agitazione nella gente) che quasi pensavo di essere la sola rimasta ! Allora rispondendo in modo forse sciocco mi abbasso al livello loro e consiglio di non andare più a lavorare, spendere tutti i loro soldi, godersi la vita, tanto per quel poco tempo che rimane…ma in realtá credo che un pò di ragione ci sia nella testa di chiunque e anzi credo che spesso colore che scrivono fuffa su internet siano i primi che non credono alle loro stesse parole! continua così

    Mi piace

    • Gabriele ha detto:

      Grazie, Nina!!!

      Con quella gente sii più diretta! Visto che il mondo finirà e a loro i soldi non serviranno più, chiedigli un bonifico di tutti i soldi che hanno in banca. In fondo loro saranno tra gli eletti che hanno creduto e se la rideranno di te. Non troverai nessuno disposto a prendere in considerazione la cosa.

      E’ come dici tu: i più non ci credono veramente: vogliono crederci.

      Mi piace

    • Stefano ha detto:

      Se ti piace ascoltare le fiabe perché la verità ti mette angoscia vivi pure il tuo matrix, vai a pregare il tuo papa e credi che il governo agisca per il bene del paese. Libera di credere che il bene vince e il male perde, libera di credere che provare medicine, vaccini, cosmetici, saponi e armi chimiche sugli animali sia necessario. Libera di farti tutti i vaccini che vuoi. Non
      Mi preoccupa la gente come te. Ti verrá presto l’Alzhaer o il Parkinson con tutto ol mercurio che ti spari in vena. Bye bye baby.

      Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        A me invece la gente come te non preoccupa affatto.

        Sei evidentemente un tipico caso di effetto Dunning-Kruger. La tua è una posizione facile: quella degli irresponsabili perché disinformati ma convinti di non esserlo,

        D’altra parte te lo puoi permettere. Vivi in una società più sana grazie alla medicina moderna, a un alimentazione migliore e migliori condizioni igieniche. Per rendersi conto di questo basterebbe andare a vedere le statistiche che dimostrano di quali malattie si moriva 100 anni fa e soprattutto quando si moriva. Ma si sa, le statistiche sono fatte per quelli con la mente chiusa. Quelli con la mente aperta vanno oltre, vedono i complotti e si curano coi magici rimedi alternativi…

        Una società mediamente più sana dove le malattie che riducevano l’aspettativa di vita alla metà di quella che abbiamo oggi sono state debellate offre una prospettiva migliore anche a chi non si vaccina, visto che si rischia comunque meno di contrarre malattie. E’ il feedback positivo delle campagne di vaccinazione di massa.

        In questo senso quello che è successo nei paesi anglosassoni è emblematico. I più ignoranti e disinformati smisero di vaccinare i figli, accusando il piombo (quello che nei bei tempi di una volta quando tutti stavano meglio ma morivano prima assorbivano direttamente dalle tubature) mercurio e chissà cos’altro di provocare malattie neurologiche.

        Nel giro di qualche anno le malattie neurologiche non diminuiranno ma in compenso aumenteranno i malanni dovuti alla mancata vaccinazione. Dopo di che tutti torneranno a vaccinarsi come prima, tranne la creme de la creme della compagnia, che dura e pura troverà qualche altro motivo per accusare i dottori cattivi (tipo che i vaccini fanno male anche quando sono somministrati agli altri).

        Ma al primo malanno serio andrai a piagnucolare del medico; e ricorrerai agli antipiretici, agli antibiotici, cortisonici e prenderai zitto zitto tutto quello che ti diranno di prendere.

        Cresci, cucciolo.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Amore mio sono le migliori condizioni igieniche a non far ammalare più le persone, non i vaccini salvavita… Ma ti ripeto delle persone come te che credono che in tv raccontino ciò che succede in Italia… Provo solo pena… Ho guardato proprio l’altro giorno su Rai 5 alle 2 di notte (in prima serata su rai1 ste cose non le fanno vedere) un documentario su come le grosse case farmaceutiche abbiano rovinato la carriera di alcuni giornalisti che si erano permessi di rendere pubbliche alcune scoperte che avevano fatto sull’utilizzo di vaccini ed ormoni cancerogeni per l’uomo somministrati ad animali utilizzati per la produzione di carne destinata all’uso alimentare. E per non parlare di quel giornalista che assieme ad un ricercatore pentito ha cercato di pubblicare la sua scoperta sul l’aids… Da dove viene? Dalle scimmie? Un bel negrone si è inchiappettato una scimmia? No. Per far proliferare i batteri della polio da iniettare nel vaccino avevano scoperto che i reni di scimmia erano eccezionale terreno di coltura… Purtroppo non sapevano che nonostante le varie lavorazioni insieme alla polio hanno iniettato anche l’hiv ai poveri uomini negri usati come cavie in congo… Ciccino informati… Scopriresti tante belle cose su questo mondo delle merdaviglie in cui vivi. Sai che fine han fatto quel giornalista e quel ricercatore? Rovinati. Tappata la bocca. Sbeffeggiati nonostante avessero portato vere prove. E quando le prove furono talmente schiaccianti da non poter negare, fu insabbiata la questione impedendo di pubblicare le prove sui maggiori giornali scientifici. Questa è storia. Non fiabe. Cosa non si fa coi soldini vero?

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Ah sai la cosa buffa è che da 5 anni non mi vaccino più contro l’influenza e da 5 anni non mi viene neanche il raffreddore!!! E un altra cosa buffa è che quando è esplosa la pandemia di suina in messico io sono andato due settimane nello yucatan e sai cosa mi hanno detto lì? Che di suina erano morti solo coloro che vivevano in baracche in mezzo alla giungla senza elettricità e acqua… Naturalmente io non ho fatto il vaccino neanche per quella e sempre naturalmente non ho preso il raffreddore. Ed ho scoperto che il modo migliore per non prendersi l’influenza è avere buoni anticorpi e coprirsi bene…Ah scusa dimenticavo lavarsi pure spesso le manine…ed evitare di mangiare un bel panino dopo essersi grattati il culo.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        La TV la lascio a chi ha il tempo di seguirla alle due di notte (che di giorno tacciono le verità, ma di notte, invece…) così come i video su youtube e i blog complottisti e il resto del ciarpame di cui certa gente si nutre. Io so leggere e preferisco informarmi.

        Lascio la questione dei “soldini” a chi crede che l’industria farmaceutica segua il profitto per cui è il male mentre chi distribuisce i cosiddetti “rimedi” alternativi lo faccia disinteressatamente e a fin di bene…

        Del resto sarebbe banale smentirti su ogni affermazione, proprio perché sei ignorante. Per esempio il debellamento della polio in India è esattamente la prova dell’efficacia dei vaccini a parità di condizioni igieniche: perché tutt’ora in India cammini letteralmente in mezzo alla merda (uno dei veicoli di trasmissione del virus) e la gente mangia con la destra e considera maleducazione toccare gli altri con la sinistra proprio perché è la mano con cui ci si pulisce il culo (senza carta igienica).

        Penso solo a quanto sono ridicole locuzioni come “ricercatore pentito”; come se chi fa ricerca facesse parte di qualche loggia segreta o di qualche complotto…

        E penso a quanto disinformati bisogna essere per ragliare idiozie tipo quello sulla sperimentazione del vaccino della polio che avrebbe causato l’AIDS… Il primo vaccino Anti-Polio è del 1955 – quando la malattia era ancora endemica in occidente e di certo non c’era bisogno di andare in Africa a fare sperimentazione visto che si tratta di un virus resistente capace di resistere nelle feci per settimane – il secondo del 1961 e il terzo del 1963… E sono stati isolati in USA e in EU. L’HIV è stato isolato all’inizio degli anni 1980.

        Ma si sa, io sono il poveretto che crede alle centinaia di ricercatori e studiosi che pubblicano su riviste scientifiche peer-reviewed portanto prove di quanto affermano (tipo questi) mentre tu se quello scaltro che crede al giornalista coraggioso e al ricercatore pentito; e che lo fanno non per vendere libri ma per amor di verità… Tu sì che sei un dritto. A te proprio non la si fa… Certo fa un po’ impressione il razzismo insito nelle tue parole… Per la trasmissione di materiale ematico da animale a uomo – forse il ricercatore pentito non te l’ha raccontato – basta un morso (o anche un graffio, se l’animale è stato ferito durante la caccia).

        Penso anche a quanto bisogna essere tarati ed in malafede per inventarsi sparate così ridicole sul vaccino anti-influenzale. È consigliato solo per bambini, anziani e categorie a rischio (cardiopatici, malati cronici). È consigliato perché tra queste categorie i morti per conseguenze dell’influenza sono ogni anno migliaia. Un individuo adulto e sano non ne ha bisogno. Tu lo facevi forse per divertimento? Ti obbligavano forse i medici cattivi? O era la mamma?

        Certo che voi complottisti fanno proprio con lo stampino… Comunque, ribadisco, al primo malanno serio piagnucolerai come tutti dal medico di famiglia prima e dallo specialista poi. E se non lo farai diventerai uno dei tanti meritatissimi casi da Darwin Awards…

        P.S.

        Di grazia, cos’avrebbe a che fare il raffreddore con l’influenza o il vaccino anti-influenzale? Non mi vaccino più e non ho avuto nemmeno un raffreddore… Ma che frase intelligente? L’hai pensata tutto da solo?

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Caro Gabriele, a me non interessa cambiare la tua opinione perché tu per me vali 0, neanche ti conosco… So che influenza e raffreddore sono due cose diverse, ma entrambe si combattono seguendo norme igieniche. Il razzismo che tu leggi nelle mie parole è preoccupante? È lo stesso razzismo di un negro che dice negro a un altro negro. Pirla. A me non interessa nulla di te e della tua fuffologia, che già dal nome fa capire quanto idiota tu sia. Ti dirò devo rimproverarmi solo una cosa, di aver perso cosi tanto tempo con te. Perle ai porci. Vabbé grandissime le tue idee, sai tutto tu viva la medicina e gli esperimenti sugli animali e fanculo agli attivisti di Greenpeace, viva Green Hill, la Bayer e la Monsanto! Viva! Contento? Bye bye

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Certo come no, io valgo zero, non ti interessa nulla quello che scrivo ma vieni a blaterare baggianate sul mio blog e come ti sbattono dei fatti sul naso batti in ritirata latrando insulti… Ripeto: quelli come te li fanno con lo stampino.

        Mi piace

  3. Nina ha detto:

    ma cosa si può rispondere a una persona che pensa che le condizioni sanitarie migliorino solo grazie a migliori condizioni igieniche???…si vede proprio che non pensi ai fatti prima di parlare…mi sa che sei tu che vivi nelle fiabe bello!!

    Mi piace

  4. Nina ha detto:

    E poi caro Stefano sei troppo esagerato passi da un estremo all’altro. Chi appoggia i vaccini non per forza sostiene Green Hill e tutte le porcate che fanno sugli animali, anzi…io per prima non sono d’accordo con le sperimentazioni sugli animali ma qui non si sta parlando del comportamento etico delle case farmaceutiche ma stiamo parlando di vaccini e del loro utilizzo. Non credo che ci sia bisogno di vaccinarsi contro tutto e tutti, anche io mi sono rifiutata di fare il vaccino contro il papilloma virus perché la mia dottoressa per prima me l’ha sconsigliato perché non è ancora sicuro al 100% ma questo cosa significa??? Forse che tutti i vaccini sono malefici, non servono a niente e sono utilizzati solo con lo scopo di riempire le persone di sostanze chimiche malefiche allo scopo di controllare le menti e arricchirsi a nostre spese ??? ma ti prego…..e poi i tuoi commenti sono al limite della stupidità, tiri in ballo il papa e l’Alzheimer ma non sai neanche di cosa stai parlando. Tu sei pieno di stereotipi e preconcetti caro mio…io il papa non lo prego e non inneggio Green Hill e nessun’altra cattiveria effettuata sugli animali, semplicemente non vivo la mia vita con il pensiero che tutto il mondo sia in complotto contro di me, cosa che invece mi sa che fai tu e fidati che così vivi male. BYE BYE haha

    Mi piace

    • Gabriele ha detto:

      @Nina

      Chi tira in ballo cose che non c’entrano nulla in genere lo fa perché non ha nulla da rispondere alle altre. Si chiama tecnica dell’uomo di paglia. Ci si costruisce un fantoccio con le cose che uno non ha detto e ci scaglia contro di esso come se lui le sostenesse…

      Uno difende la medicina moderna e l’efficacia delle campagne di vaccinazione vaccini? Allora automaticamente diventa un sostenitore dell’inquinamento, della vivisezione senza regole, degli OGM, dello sfruttamento ambientale… Vaglielo poi a spiegare che magari quella persona è socio del WWF da anni, finanzia GreenPeace, versa il 5×1000 a Emergency…

      Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Al mio corso di anatomia umana cosa mi portavano dasezionare? Cuori di maiale? Chissà forse li facevano in provetta.

        Mi piace

  5. Stefano ha detto:

    Non è che scappo, è che è inutile cercare un confronto. Tu la pensi ad un modo io ad un altro. Non cambio idea e tu meanche. Mi scuso se in alcuni frangenti posso essere sembrato offensivo è che a volte mi infiammo per le cose in cui credo. Nelle mie argomentazioni non volevo saltare di palo in frasca ma essendo di fretta non potevo permettermi di spiegarti il nesso tra vaccini vivisezione e interessi politici. Ma non me ne dispiaccio tanto per te dico solo cretinate. Pazienza. Perdonami se ho insozzato il tuo blog serio di sciocchezze per creduloni, blaterando e latrando cose senza senso e tirando fuori pure la mia vena antisemita e secessionista. Spero davvero che proseguirai i tuoi studi di fuffologia per portare alla luce la verità assoluta. Buona giornata.

    Mi piace

    • Gabriele ha detto:

      Ma sì, lo so che qualunque fatto che io possa citare non può che scivolarti addosso… D’altra parte questo blog è per difendersi dai complottisti, non per far cambiar loro idea. Nessuna ragione potrà mai scacciare dalla mente un’idea che ci è entrata senza ragione.

      Quasi 2500 anni fa un certo Ippocrate di Kos (il padre della medicina che dovresti conoscere) scriveva che: Esistono soltanto due cose, scienza e opinione; la prima genera conoscenza, la seconda ignoranza.. E più prosaicamente parafrasando Indiana Jones (ma avrei potuto citare Galileo) aggiungo che: la scienza … si dedica alla ricerca dei fatti. Non della verità. Se vi interessa la verità, l’aula di filosofia del professor Tyre è in fondo al corridoio

      Le pretese verità e le opinioni non basate sui fatti mi interessano poco. Mi limito a citare fatti e a smontare quelli che non lo sono. Sei tu che rispondi con teorie del complotto.

      Quando auspicabilmente ne uscirai (ti assicuro che succede, ci siamo passati in tanti) ti renderai conto che si trattava di un luogo di autogratificazione (perché le semplificazioni estreme che ti danno sempre ragione e ti fanno sentir partecipe di una profonda verità celata al popolo disinformato dai massmedia manovrati dagli sporchi interessi delle multinazionali sono sempre gratificanti) ma chiuso ed autoreferenziale. Arriverà un momento in cui ti ritroverai a giudicare come malvagia un’azione e contemporaneamente come malvagio tentativo di insabbiamento l’azione contraria. Se riuscirari a prendere in considerazione anche l’ipotesi che alcune delle tue premesse possano essere sbagliate sarai sulla buona strada.

      Auguri.

      P.S.

      Pure vegatalebano, magari?

      Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Non credevo che una persona cpsì ferrata in materia avesse bosogno di dimostrazioni riguardo le mie affermazioni. Ti porterò le mie documentazioni storiche e scientifiche riguardo i vaccini e in particolare il vaccino antipolio. Non sono un complottista anche se vedo il marciume cui siamo sottoposti. E no, non sono vegetariano anche se mangio poca carne rossa. Ma non perché le mucche sono sacre o indifese, ma solo perché la carne che si trova in giro fa schifo. Al manzo preferisco il cavallo più ricco di ferro e magro (meno grassi saturi e colesterolo). Visto che tu vuoi fare il professor sotuttoio, la prossima volta ti metterò di fronte a fatti e dati scientifici, non a parole dette a vanvera tanto per dire. E vedrai che il mio blaterare sarà meno facile da smontare. Per ora uno a zero per te avevo sottovalutato l’avversario.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        No, vedi proprio non ci siamo. Io non so un cazzo. E’ proprio questo il punto. Però mi informo. E quando bastano le verifiche di un ignorante come me, che di suo ci mette solo curiosità e passione (e un minimo di capacità nel cercare le informazioni) a smontare certe “teorie”, allora vuol dire che valgono veramente poco.

        I miei articoli sono banalissime considerazioni su fatti scientifici appurati (che troverai sempre citati in fondo alla pagina). E se qualcuno li trova chiari è solo perché tentare di spiegare chiaramente qualcosa agli altri è il miglior modo per capirlo.

        Vuoi portare “prove scientifiche”? Occhio che sono esigente. Le prove scientifiche non sono le affermazioni o la testimonianza di questo e quello, ma osservazioni che qualcuno ha fatto e qualcun altro ha verificato, perché la scienza funziona così. Tanto propongo, tanto chiedo. Tanto per intenderci: per favore, lascia perdere MedNat… davvero non è il caso.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Mi piacerebbe sapere con chi ho a che fare… Un plurilaureato? Sicuramente non sei un ignorante, parli un ottimo italiano però c’è da dire che parti da una posizione di netto vantaggio. I luoghi comuni sono facili da difendere, molto più difficile è dimostrare un idea che non sia di opinione pubblica. Io non ho il tuo italiano, sono un chimico farmaceutico perciò di vaccini ne so qualcosa. Ora sto per andare a letto perciò non proseguo. Domani ti dò alcune nozioni sul perché i vaccini sono pericolosi e sul perché vanno utilizzati con molta prudenza. Non sto dicendo che in particolari situazioni non vadano fatti, ma è sempre bene valutare se sia il caso oppure no. E comunque il vaccino di per se fa male. Indebolisce le difese immunitarie. È una medicina. Non ci si imbottisce di quelle schifezze. Vanno prese in modo che il fisico le possa sopportare e smaltire senza fatica. Ma te ne parlerò più tecnicamente domani.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Secondo te non sarei d’accordo con quello che scrivi adesso? Potrei non esserlo? Mi dici dove avrei mai scritto che si può abusare di vaccini o farmaci senza ritegno? Oppure ho scritto da qualche parte che non ci sia una tendenza ad abusare dei farmaci? O che limitarne ragionevolmente l’uso sia sbagliato?

        I farmaci – per definizione di sostanza farmacologica – interagiscono con l’organismo e hanno sempre effetti collaterali. Io, per esempio, sono allergico ma cerco evitare l’antistamminico se non nella prima esplosione dei pollini perché rincoglionisce. I vaccini poi sono farmaci pesanti che interagiscono con l’organismo per tempi lunghi.

        Io me la prendo con chi sostiene che i vaccini non servono a niente, fanno male e magari vengono somministati al fine di provocare malattie gravi. O che possono essere sostituiti da rimedi da ciarlatani come l’omeopatia. L’hai letto l’articolo?

        Prima di questa tua “trasformazione” sostenevi che i vaccini sono inutili e bastano le condizioni igieniche, che è francamente un’idiozia. Il che non significa, ovviamente che non siano determinanti. Personalmente penso che l’allungamento della vita sia dovuto in gran parte alle opere di fognatura, in misura minore – ma determinante – a una migliore nutrizione e in misura ancora minore ma comunque sempre determinante alla medicina.

        E non ho mai nemmeno sostenuto che i vaccini siano sicuri – vedi premessa. Il vaccino anti-polio all’inizio ha avuto sicuramente problemi – il primo vaccino aveva effetti collaterali importanti – ma già all’epoca salvò centinaia di migliaia di persone.

        Nelle vaccinazioni di massa si tratta di scegliere tra il minore dei mali, o dei rischi: se tuo figlio avesse una percentuale X di contrarre una malattia devastante e potenzialmente mortale come il vaiolo o la polio e una piccola frazione di questa percentuale di essere colpito da uno degli effetti collaterali del vaccino, tu cosa sceglieresti?

        Va da se che in una società di vaccinati anche chi non si vaccina ha migliori possibilità di non ammalarsi per cui un genitore può scegliere di non vaccinare il figlio e può andargli bene. È però una scelta parassitaria, non diversa da chi evade il fisco ma gode comunque dei vantaggi welfare.

        Il giochino però si rompe quando la percentuale di non vaccinati diventa troppo alta e allora si ha una recrudescenza delle malattie.

        Nei paesi anglosassoni è successo così quando un medico ora radiato falsificò una ricerca insinuando una relazione sul vaccino trivalente e l’autismo. I genitori spaventati smisero di vaccinare i figli. Come risultato aumentarono i casi di malattie infettive, compresi i casi estremi e nel contempo NON diminuirono i casi di autismo.

        Le vaccinazioni di massa servono proprio per debellare malattie gravi. Il vaiolo è debellato. Per la polio siamo sulla buona strada. Spero che si possa arrivare a fare lo stesso con altre malattie, alla faccia dei creduloni newage.

        Tutto qui.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Vedi probabilmente mi ero spiegato molto male; io dico che purtroppo le case farmaceutiche che conosco bene hanno capito che per fare soldi, possono tramite l’informazione far credere che una banale influenza come la suina sia una pandemia mortale. E a che scopo secondo te? Il Dio Denaro. Inoltre spesso, purtroppo, sono stati fatti errori, insabbiati naturalmente, per cui dei lotti di vaccini erano solo dannosi. Per non creare allarmismo ( e per non risarcire le vittime) si è taciuto. Inoltre è risaputo il grado di tossicità per le cellule neuronali del mercurio usato come antisettico nei vaccini, quindi perché devo vaccinare un bimbo di due mesi iniettandogli nel pieno del suo sviluppo cerebrale qualcosa che gliele distrugge? Perché non viene utilizzato un antisettico che non si attacchi al GTP della tubulina distruggendo i neuriti? Ce ne sono però si insabbia tutto. Sai qual’è la dose che l’organismo tollera di mercurio, suggerito dall’EPA? 0,1mcg/kg. Sai quanto ne è presente in un solo vaccino? 25 mcg. Un overdose di mercurio. Perché? E perché tutti se ne stanno buoni e ci fanno vaccinare pure per l’influenza? Per il morbillo! Io ho avuto morbillo, rosolia, varicella, orecchioni… Non sono morto, spno qua!!! E come me il 99 percento della gente della mia generazione! Perché devo vaccinare mio figlio per il morbillo!? Si può vaccinare mio figlio dai politici?

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Non voglio essere complottista, anzi mi stanno sul cazzo, ma voglio risposte vere, non quelle che si danno alle pecore. Perché mercurio nei vaccini? È l’unico antisettico che conserva il vaccino nel 2012? È chiaro che se vado in Masagascar mo tocca fare il vaccino dell’epatite e della malaria. Ma mi spiace, non mi vaccino per due colpi di tosse.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Punto 1

        Il dio denaro muove qualunque azienda, sia quelle che producono farmaci che funzionano, sia quelle che vendono farmaci che non funzionano ma si appoggiano alla disinformazione di siti come MedNat per dire che i farmaci tradizionali fanno male e li si vende solo per far profitto. Con la differenza che i farmaci sono testati e l’efficacia dovrebbe essere spesso garantita da test in doppio o triplo cieco mentre l’efficacia dei rimedi alternativi si basa su testimonianze aneddotiche.
        Aggiungo una cosa: secondo me l’efficacia clinica andrebbe scritta nel bugiardino di qualunque sostanza venduta come farmaco. Se facessero così, per esempio, non si venderebbero più rimedi omeopatici…

        Tu hai avuto le malattie infettive e non ti è successo nulla? Buon per te. Se hai fatto un esame di statistica, dovrebbero averti detto che in genere va considerato un numero di casi maggiore di uno. Infatti c’è chi le ha avute e non è stato altrettanto fortunato perché le malattie infettive possono avere effetti permanenti importanti.

        Certo, sei libero di credere che il rischio degli effetti collaterali sia superiore a quelli della malattia. Però se ti informi ti rendi conto che non è così. Ovviamente puoi pure credere che te lo raccontino perché è tutto un complotto, ma a quel punto cadi in uno di quei meccanismi autoreferenziali da complottista che dicevo io. Sostieni contemporaneamente che:

        [a] i vaccini fanno più male delle malattie perché ci sono testimonianze che lo confermano
        [b] i dati che dimostrano il contrario sono falsi

        Quando mi pongono di fronte a valutazioni che escludono le altre (nella fattispecie [c] le statistiche non si fanno coi casi singoli – che guarda caso invaliderebbe la [a] ) mi suona il campanello d’allarme e mi chiedo: perchè dovrei credere solo a chi afferma [a] e [b]?

        Punto 2

        Quanto ai vaccini al mercurio, direi che le tue informazioni sono datate. Tanto per cominciare, non ci sono studi clinici seri che dimostrino danni neuropsicologici dati dai vaccini sterilizzati con vapori di mercurio. Uno studio condotto proprio in Italia su un campione di 1400 ragazzi dimostra anzi il contrario. Fonti: Sole24Ore e Istituto Superiore di Sanità. Dici che sono frottole?

        Per finire, e per tua informazione, i vaccini MPR (Morbillo-Parotite-Rosolia) somministrati in Italia non contengono mercurio o conservanti al mercurio. Idem quelli per la Polio e per la Varicella.

        C’è in tracce in quello per la pertosse. Ce n’è in quello antitetanico e anti-epatite B (fonte: Report).

        Aggiungo che i dosaggi di cui parli tu si riferiscono al mercurio inorganico. L’etilmercurio (contenuto nel thimerosal/tiomersal) consente dosaggi più elevati (120 mcg nel primo anno di età da fonti non alimentari, vedi qui)

        Per tagliare la testa al toro, usiamo il tuo criterio personale: io e tutti i miei familiari li abbiamo fatti entrambi. L’antitetanico poi l’ho fatto per la prima volta da piccolo. Godiamo tutti di ottima salute.

        E per finire: situazione attuale mercurio nei vaccini. Come vedi nella gran parte dei vaccini distribuiti al momento in Italia non ci sono conservanti al mercurio.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Scusa se rispondo solo ora ma a metà del tuo commento mi sono addormentato. Sarà perché non mi sono vaccinato. Intanto ti ricordo che la natura offre rimedi scientificamente provati a molti sintomi e a molte malattie. La medicina erboristica è molto efficace se si Sa farne un uso corretto. Vi sono ottimi antinfiammatori, sonniferi, anestetici, antipiretici. Lo stesso acido acetilsalicilico di cui parlavi in un tuo commento, è una sostanza che si trova anche in natura. Dicevi che i farmaci sono testati. Su chi? Sugli animali? Che bella cosa… Non aggiungo altro e spero che per buon gusto non lo faccia anche tu. Dopodiché torniamo al morbillo ma più in generale a tutte le malattie infettive. Da l’ultima malattia infettiva l’ho avuta a 13 anni, la varicella. Ci siamo infettati l’uno con l’altro a scuola, stessa cosa è successa con morbillo ed orecchioni… Alcuni le hanno prese in forma lieve. Altri in forma più forte. Non si usava vaccinare contro le malattie infettive. Nessuno era vaccinato. Quindi in tutta la mia scuola credo che gira e rigira ce le siamo prese tutti, chi prima, chi dopo. Non ci sono stati morti, lesionati o ritardati. Ops… Come mai?
        La statistica… Non parlarmi di statistica. Quella si che è una fuffa vera. Comunque, buon per te che hai fatto tutti i vaccini, meglio per me che devo avere gli anticorpi di Conan il Barbaro.

        Mi piace

  6. Gabriele ha detto:

    Alcune sostanze erboristiche hanno un’efficacia provata … ma lo puoi dire solo perché è stata provata in trial clinici. Altri hanno un’efficacia blanda o inesistente, sempre perché è stata testata in trial clinici. Altri ancora non sono stati testati, dunque è difficile dire se siano più o meno efficaci o addirittura dannosi. Dovresti essere tu che fai chimica farmaceutica ad insegnare a me quanto sia assurdo l’aggettivo “naturale” applicato alle sostanze chimiche. Inoltre l’aggettivo “naturale” non implica l’assenza di effetti collaterali: li hanno e a volte anche importanti.

    I farmaci sono testati sia sugli animali (*) che su tessuti, che su persone: nessun farmaco viene commercializzato se prima non è stato testato su persone. Sono i trial clinici in doppio o triplo cieco a stabilire l’efficacia di un farmaco. Il sistema fu inventato da James Lind nel XVIII secolo. Lo sperimentò la prima volta per trovare una cura allo scorbuto. Da allora si sà che per non morire di scorbuto durante i lunghi viaggi in mare basta mangiare agrumi (solo successivemente si arrivò alla vitamina C).

    A un gruppo di pazienti viene somministrata la testanza da testare, a un altro gruppo un placebo. Pazienti e medico ignorano a chi vengono somministrati i farmaci e a chi il placebo (e quando possibile c’è un terzo gruppo di controllo cui non viene somministrato nulla). Nel triplo cieco nemmeno lo statistico che elabora i dati conosce la composizione dei due gruppi. Per superare il test la sostanza deve dimostrarsi più efficace del placebo.

    Forse dovresti rivedere la tua posizione sulle statistiche. Essere tra quelli che di fronte a fatti che smentiscono le proprie idee preferiscono cambiare i fatti piuttosto che cambiare idea è un buon viatico verso il fanatismo.

    Sulle malattie infettive aspettavo le tue documentazioni scientifiche e mi parli di quello che è successo nella tua classettina. Lo chiedo io a te: come mai? Ti ostini a tirar fuori discorsi da bar perché pensi che sia una tecnica dialettica valida? Vorrà dire che i fatti li porterò io: Nigeria, 500 bambini morti a causa del morbillo nel 2005. Dici che sono morti in un paese dove l’assistenza sanitaria è scarsa? Sì, è vero, sono morti in un paese dove non ci sono farmaci antipiretici e dove le complicazioni non vengono curate. Però hanno cortecce, erbe e sciamani in quantità. Il morbillo ha una mortalità del 3 per mille (fonte: Oxford Journals). Nei paesi sottosviluppati può arrivare al 28%. Negli immunodepressi al 30%. La parotite può causare danni all’udito (in 5 casi su mille) e in certi casi porta alla sterilità, come complicanza dell’orchite (non credo sia piacevole) in età adulta. Continuo?

    Il trivalente purtroppo non l’ho fatto per cui la varicella l’ho avuta da adulto. Mi sarei risparmiato volentieri il tempo perso a casa malato, il prurito, la sete, la febbre, il mal di testa e visto che all’epoca ero libero professionista per me quei dieci giorni sono stati soldi persi. Aggiungo che – se i tuoi anticorpi non ti hanno impedito di prenderti la varicella – forse non sono quelli di conan il barbaro.

    (*) Personalmente preferisco avere dei topi in meno e malati di cancro che campano di più. Se vuoi buttarla sull’animalismo, non attacca. Adoro gli animali, sono socio WWF, faccio donazioni a GreenPeace ma se dovessi scegliere tra salvare un solo uomo o cento cani, di certo salverei l’uomo.

    Mi piace

    • Stefano ha detto:

      Caro mio ti basi su quello che leggi e sulle fonti notizie che chiami sicure solo perché è la fonte è ufficiale e non ufficiosa… Ora ti faccio un bell’esempio che non c’entra nulla con i vaccini. Ieri Napolitano è andato in Emilia a visitare le zone colpite dai sismi. Tg Sky ha detto calorosa accoglienza degli emiliani. Mediaset ha detto applausi al capo dello stato. La rai idem. Queste sono le fonti ufficiali. Domanda si terremotati in quanti hanno applaudito Napolitano ieri. E tornoamo sl morbillo. Mi citi i morti di morbillo in Nigeria! In Nigeria si muore anche per un unghia incarnita con le condizioni igieniche che ci sono… Dai!!! E di sicuro la statistica è una delle scienze più comode per sire una cazzata e spacciata per verità. La statistica non tiene conto di importanti variabili. Secondo me ti pagano per questo blog… 😉 a parte gli svherzi amico, ti ripeto abbiamo opinioni diverse, sismo due testardoni e nessuno dei due cederà mai. Quindi tanto vale finirla qui. Coi miei Leucociti da Superman e i tuoi coccolati e viziati.

      Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Certo che il mio t9 funziona da dio! 😉

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Comunque trovo che il tuo blog sia bello perché nonostante nel caso specifico non mi trovi d’accordo con te, penso che in internet ci siano un sacco di notizie catastrofiche false ed è una fortuna che ci sia gente come te che si informa e smonta quella montagna di cazzate…

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Scusa, ma quella delle “fonti ufficiali” riferita ai lavori scientifici è una mistificazione.

        Una notizia politica o di cronaca può venire da una fonte ufficiale o da un giornale di tiratura nazionale.

        Uno studio scientifico è qualcosa di pubblicato su riviste dopo peer-review – che prevede che persone qualificate verifichino fonti, passaggi, calcoli e come sono stati condotti esperimenti e osservazioni – perché possa poi essere controllato e ripetuto dalla comunità scientifica.

        Il controllo è l’essenza del metodo scientifico che non è uno strumento di propaganda. C’è da incazzarsi se il controllo è fatto male – e purtroppo capita, a volte con conseguenze drammatiche (vedi per esempio la pubblicazione delle menzogne di Wakefield che ha portato a casi di morte per morbillo). C’è da richiedere che siano sempre più rigorosi.

        Sono gli studi non controllati a non essere condotti secondo il metodo scientifico.

        Dopo di che sei libero di pensare che i vaccini non servono a niente, che le campagne di vaccinazione e i farmaci servono solo ad arricchire le case farmaceutiche, che basta lavarsi bene le mani per non ammalarsi e che se le cose vanno male ci si possa curare con le erbe, che le statistiche siano fumo negli occhi per nascondere questa grande “verità” e che tutto l’establishment scientifico sia omertoso. Ma non prendertela se poi ti dicono che queste sono congetture complottiste, irrazionali e illogiche, specialmente quando ti citano i fatti che dimostrano che sbagli e tu li rifiuti perchè vengono da “fonti ufficiali”.

        Vallo a raccontare ai medici volontari di Medici senza frontiere o di Emergency che le vaccinazioni non servono a nulla e che basta stabilire buone condizioni igieniche…

        Lo scandalo – e di questo uno che fa chimica farmaceutica dovrebbe incazzarsi – è semmai il marketing farmaceutico; che una casa farmaceutica brevetti e venda come nuovo (e dunque a prezzi esorbitanti) un farmaco il cui principio attivo differisce solo per un pezzetto di molecola da un’altro appena meno efficace ma producibile da chiunque. Ecco perché penso che bisognerebbe imporre la pubblicazione in modo chiaro dei risultati dei test clinici nei bugiardini, in riferimento a ciascuna patologia curata da quel farmaco.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        A me pare che tu non mi capisca. Io non sono contrario all’uso dei vaccini nei paesi del terzo mondo dove le scarsissime condizioni igieniche permettono la trasmissione di qualsiasi genere di virus terribile. Io sono contrario all’uso dei vaccini in paesi dove le condizioni igieniche sono ottime, soprattutto di vaccini di virus che il nostro organismo, se sano e in salute, riesce tranquillamente ad uccidere creando anticorpi. Vaccinandoci per ogni cosa e prendendoci antibiotici e farmaci per ogni cazzata non facciamo altro che indebolire le nostre difese immunitarie. Ripeto se ho l’influenza me lo prendo l’antibiotico. Ma non mi prendo l’antibiotico se penso di avere l’influenza ma non lo so. Se vado in un paese del terzo mondo mi vaccino, ma non mi vaccino se vado in villaggio turistico o in un hotel a cinque stelle, o al massimo andrò a vaccinarmi solo per i virus a forte rischio di contagio a seconda della zona in cui mi trovo. E ti ripeto trovo assurdo in Italia vaccinare mio figlio contro il morbillo. In Nigeria si muore di morbillo. Non in Italia. Forse perché il bimbo nigeriano o afghano o indiano che muore di morbillo ha diecimila altri virus nel sangue per cui ha le difese immunitarie completamente a puttane? Che sia come dico io forse? Dopodiché posso darti ragione su tutta la linea di discorso che fai. Non fai discorsi sbagliati tutto sommato. Ma io credo che nuociamo a noi stessi a volte per paura di ammalarci e le case farmaceutiche da questo punto di vista creano terrorismo per spingerci a comprare le loro medicine, non perché effettivamente ci servono ma solo per vendere vendere e vendere. Capito ora come la penso?

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        E tra l’altro scommetti che se migliorassero di molto le condizioni igieniche nei paesi del terzo mondo almeno il 90 percento delle malattie per cui muoiono tutti i giorni quei poveri cristi nell’arco di qualche anno sparirebbero, se fossero controllati e messi in quarantena tutti i casi per ogni tipo di virus e questo non riuscisse più a trasmettersi? È chiaro che il vaccino è l’arma letale, quello che fa la differenza, ma finché quei disgraziati vivranno in mezzo alla merda altro che di vaccini avranno bisogno… Dell’estrema unzione dal giorno della nascita! Devono intanto bere acqua pulita, potersi lavare bene, mangiare frutta e verdura e carne freschi e privi di microbi e virus. E poi farsi i vaccini. Allora forse cambierà qualcosa. Altrimenti continueranno a morire anche per un raffreddore.

        Mi piace

    • Stefano ha detto:

      Mi era sfuggito la parte dove scrivi che per salvare un uomo prederiresti uccidere cento cani. Tienile per te ste cose. È meglio. Tu lo sai che i test sugli animali sono poco affidabili e che sostanze per loro mortali per noi sono innocue? Tu lo sai che quei cani che tu preferiresti veder morire si cuccano qualsiasi tipo di sevizie? Non rispondere al mio commento. Sei sempre acido e offensivo perche non tiro fuori le fonti ufficiali, i miei discorsi sono da bar, bla bla bla. Forse perché io non ho il tempo di mettermi a tirare fuori le mie fonti. Non perché non le abbia.

      Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Per quel che riguarda i cani non ti stavo parlando di vivisezione. Hai visto qualche riferimento alla vivisezione? Ho detto che se dovessi scegliere tra salvare un uomo o cento cani (o gatti), salverei l’uomo nonostante io ami i cani (ma soprattutto i gatti), anche se l’uomo fosse un complottista come te. E’ semplicemente una questione di priorità. Lo farebbe la maggior parte delle persone, anche se uno di quei cani o gatti fosse il suo.

        Tornando alle malattie infettive, hanno conseguenze gravi anche nei paesi sviluppati: il 3 per mille di mortalità è da noi. Nei paesi sottosviluppati è molto più alta. Questo è documentato nei link che ti ho già indicato. Ti ricordo che ci sono patologie cardiache, immunodeficienze, malattie neurologiche, diabete che rendono le persone molto più vulnerabili a certe malattie e che in età pediatrica i rischi aumentano.

        A fronte di un rischio molto basso di conseguenze molto gravi della malattia ci sono le conseguenze praticamente nulle del vaccino. Mi sembra di capire che la tua posizione sia “me ne frego, meglio non fare il vaccino perché tanto nella mia classe non è successo nulla”.

        Mi sembra una posizione irresponsabile. Per fortuna per decidere le politiche di vaccinazione ci si basa su statistiche controllate e non sull’emotività e sulle testimonianze aneddotiche.

        La mortalità infantile nel mondo è per il 4% dovuta a morbillo/varicella/parotite. Nel 37 % dovuto a malattie neonatali, il 7% è dato dal tetano. Nei paesi occidentali sviluppati morbillo/varicella/parotite influiscono per l’1% (ISS) anche se in Italia – fortunatamente – questo rischio tra i bambini è stato annullato (ISTAT). Va poi considerato il costo sociale di queste malattie, sia quelli a carico del servizio sanitario nazionale (3072 ricoveri, con 391 diagnosi di polmonite e 81 di encefalite), che in termini di giornate di lavoro perse (La Repubblica del 19 maggio 2008). Una dose di vaccino costa un dollaro.

        Abbiamo eradicato il vaiolo. Siamo a buon punto con la poliomielite. Mi auguro che prima o poi tocchi anche ad altre malattie.

        P.S.
        Oh, carina quella che “non hai il tempo di metterti a tirarle fuori e non perché tu non le abbia“. Molto credibile, davvero. Quasi quasi ci credo. Come quella che hai smesso di fare il vaccino per l’influenza (quello che nessuno ti avrebbe mai consigliato di fare a meno che tu non fossi un soggetto a rischio) e che da allora non hai avuto più nemmeno il raffreddore… Mi raccomando, quando racconti queste cose batti forte i piedi…

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Ebbene sì ero considerato un caso a rischio ma non sono affari tuoi. Volevano darmi degli immunosoppressori per “resettarmi” il sistema immunitario. Taci che non ho ascoltato il supe cardiologo che mi aveva proposto la cura. Ho fatto di testa mia. Sono guarito. Non mi fido di dottori, medici e statostiche. Le mie fonti le ho, certo non sono attendibili come le tue pubblicate nelle riviste scentifiche di proprietá delle case farmaceutiche stesse o di editori cne hanno fortemente a che fare. Ma ti ripeto, come si può notare anche dall’italiano che uso io ti rispondo di getto nei ritagli di tempo. I riferimenti alle fonti non li ho a portata di mano come li hai tu, evidentemente sei avvantaggiato dato che per difenderti dai complottisti e gestendo il tuo blog devi avere forti argomentazioni. Comunque buon fine settimana. Io continuo a credere nelle mie fuffe e tu continua pure a credere nelle tue immense verità.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Ribadisco che io non ho verità. “Credere” è un lusso che cerco di concedermi il meno possibile (e infatti non ti credo). Mi piacciono i fatti e baso le mie posizioni su di essi, per quanto possibile. E non mi servono nemmeno archivi poderosi. Internet è un discreto archivio dove si riesce a trovare quasi tutto.

        Come approfondimento – se l’argomento ti interessa – ti consiglio il numero di “Le Scienze” di questo mese (giugno 2012). C’è un bel dossier sul vaccino anti-polio, sulla sua storia (un caso quasi unico di collaborazione durante la prima parte della guerra fredda) sulle sue problematicità attuali. A ricordare a tutti cos’è la Polio, c’è anche una foto di un reparto di ospedale (che ho aggiunto all’articolo) dove invece che i lettini c’erano decine di polmoni artificiali. La polio non paralizza solo gli arti, ma anche il diaframma…

        Mi piace

  7. Micalea ha detto:

    Stefano sei un grande e grazie per la pazienza…a nome di un’ignorantona che crede nella fuffa e non a quello che pubblicano le SANTISSIME RIVISTE SCIENTIFICHE

    Mi piace

    • Gabriele ha detto:

      Micaela, lo fai perché puoi parassitariamente e comodamente permettertelo; parassitariamente perché quelli come te mettono a rischio la saluta altrui, ma se ne fregano; comodamente perché comunque, se dovesse malauguratamente capitarti di doverti curare veramente, ci sarà comunque un medico che lo farà, nonostante la fuffa in cui sei orgogliosa di credere. Prenderai le medicine vere – perché star male fa paura a tutti – ma quando guarirai, attribuirai il merito ai rimedi da ciarlatani cui ti sei comunque affidata.

      Buon per te.

      Mi piace

  8. Micalea ha detto:

    Ke bravo Gabriele complimenti.. parassita lo dici a tua sorella o a qlke parente tuo ..e vergognati … oltretutto io non parlavo con te ma facevo un apprezzamento a un altro..ho dato fastidio come stai facendo tu con me a quelli che sostengono le tue tesi? non mi pare… mania di protagonismo la tua? fattela passare…se pubblichi un articolo devi essere anche in grado di accettare che qualcuno abbia delle idee diverse dalle tue e faccia i complimenti ad un altro..che non credo sia un ciarlatano ..siete bravissimi voi pro vivisezione ..tutti uguali..sempre la stessa frase..”ti auguro di non doverti ammalare ecc” peccato che noi proprio perchè siamo tutti dei possibili pazienti vogliamo e pretendiamo una medicina una ricerca il + possibile sicura..e se dovessi, se potessi scegliere tra una medicina sperimentata su animali e una sperimentata con le tecniche alternative sceglierei l’alternativa..peccato che non mi sia permesso… fatti un bagno di umiltà ke non ti farebbe poi tanto male… e saluti..ti lascio alle tue certezze….

    Mi piace

    • Gabriele ha detto:

      Ringrazi sul mio blog qualcuno per la pazienza che secondo te avrebbe avuto nei miei confronti e pretendi rispetto? Ti vanti di essere ignorante e parli a me di fare un bagno di umiltà?

      Io, sul mio blog posso dire che si comporta da parassita chiunque ritenga che lo faccia; e posso dirlo come e quando voglio: per esempio lo dico a chi non accetta le vaccinazioni obbligatorie per se o per i propri figli visto gode dei vantaggi della vaccinazione altrui, correndo meno rischi di ammalarsi in una popolazione più sana, ma mette a rischio gli altri quando si ammala. Costoro rispetto al sistema sanitario nazionale vanno considerati esattamente come i fumatori.

      Oltretutto parli di presunte “sperimentazioni alternative”: quali sarebbero?

      Sai quando le hanno fatte le “sperimentazioni alternative”? Durante il nazismo, sugli ebrei, sugli zingari, sui malati di mente e sugli handicappati. E hanno funzionato benissimo: quelle sperimentazioni hanno portato la conoscenza della fisiologia umana avanti di decenni, come mai era successo prima nella storia dell’uomo. Peccato che quegli uomini e quelle donne siano morti. Pensi che sia più etico questo tipo di sperimentazione? Io no. Io penso che Mengele e quelli come lui fossero dei mostri, anche se le loro tavole sono le migliori ancora oggi, e che Pasteur e Flemming siano stati dei grandi uomini, anche se hanno sperimentato su degli animali.

      A dire il vero oggi c’è chi le “sperimentazioni alternative” le fa. Sono quelli che sostengono di fare “medicina alternativa” e che usano come cavie direttamente i loro clienti. Si fan pagare profumatamente (come e più di BigPharma) pur non avendo costi di ricerca che giustifichino quei prezzi. Spesso vendono solo innocuo zucchero (l’omeopatia) a prezzi spaventosi ma almeno non avvelenano le persone. Ma c’è anche chi lo fa, tipo la mineral miracle solution (varechina) o i vari composti a base di argento.

      Da ragazzini, quando si è ancora arrogantemente ignoranti e idealisti in modo goffo e ingenuo, è facile essere animalisti e contro la vivisezione ad ogni costo. Poi, magari, ti si ammalano un genitore o un parente caro di tumore (magari più d’uno) e allora preghi i medici perché le provino tutte pur di salvarlo; e ti importa veramente poco che quel farmaco sia stato provato sugli animali. Ti interessa che funzioni. A me è successo con mio padre e purtroppo non ha funzionato. Ci fossero stati i farmaci di oggi probabilmente si sarebbe salvato e sono felice che quel tipo di tumore oggi sia molto più curabile che in passato.

      Quando ti capitano di queste cosa in genere cresci: resta l’amore per gli animali (lo sai quanti sono i ricercatori che hanno animali domestici che amano come figli?) ma anche la consapevolezza che la sperimentazione purtroppo è ancora necessaria anche se va regolata, sempre di più e sempre meglio, per evitare sofferenze inutili.

      Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Caro Gabriele, intanto ringrazio Micaela per il sostegno, poi comunque ti ricordo che i vaccini e le medicine vengono attualmente testati sugli esseri umani dopo essere stati provati sugli animali… È che queste cose non le si sanno, ma in India alle caste inferiori vengono somministrati vaccini e medicine non ancora sicure, tanto per cultura la morte di quelle persone equivale a quella di un verme o di un insetto. C’è la gente che muore per strada in mezzo ai propri escrementi. Là i vaccini servono. Là però non vengono usati i vaccini che danno a noi ma vengono sperimentate medicine e vaccini diversi, ancora in fase di sperimentazione perché tanto se la gente muore non si può far causa alla casa farmaceutica. Le case farmaceutiche sono schifosamente senza scrupoli. Aldilà del l’efficacia o no dei vaccini a loro interessa far soldi e non la nostra salute. Passo e chiudo.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Certo, come no.

        E le case farmaceutiche ti rapiscono, ti prelevano gli organi e le vendono al mercato nero… E sono pure in combutta con gli alieni. E tutto perché lo dici tu, che ti basi sulle tue mirabolanti fonti (che non citi).

        L’unica verità è che – per fortuna – la polio è stata estirpata dall’India, grazie ai vaccini, così come prima lo è stata da noi, sempre grazie alle campagne di vaccinazione. Prima il vaiolo, ora la polio e speriamo che negli anni altre malattie mortali possano essere scongiurate.

        La polio infuria ancora nei posti controllati dai talebani, che a proposito dei vaccini e di chi li somministra (non le case farmaceutiche ma spesso e volentieri i volontari, che per questo rischiano la propria pella) la pensano esattamente come te (stesso atteggiamento, stessa distorsione ideologica, stessa ignoranza dei fatti).

        Continua a curarti coi rimedi alternativi che invece sono gratuiti. Come? Non sono grauiti? Ma pensa…

        P.S. Oltretutto, per capire dov’è che guadagnano le multinazionali del farmaco, basta guardare lo spam che ti arriva quotidianamente (o le malattie di cui ci si ammala in occidente). Psicofarmaci e antidepressivi il cui principio attivo è stato scoperto trent’anni fa rivenduti ogni due anni come nuovi, farmaci per disturbi sessuali, analgesici, betabloccanti, ecc.; non certo con i vaccini il cui costo unitario è ridicolo.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Sei proprio uno a cui si deve dare sempre ragione. È sai a chi si deve dare sempre ragione vero? Detto questo spero di non essere rapito dagli alieni, anzi spero che se esistano gli alieni rapiscano te così possono studiare una mente superiore.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Sono uno che parla di fatti a gente che starnazza di sciocchezze. Tutto qui. Lo sai come si chiamano quelli convinti che quando i fatti gli danno torto sono i fatti a sbagliare? Fanatici.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Sì i fanatici 4

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        No, siete di più.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        È meno male.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Certo. Ci sono quelli che ti fanno bere il tuo piscio perché è un rimedio antichissimo (e qui è una questione di gusti), quelli che dicono che il cancro è un fungo che va curato col bicarbonato (e questo ne ha ammazzati parecchi), chi predica che le malattie non esistono ma che è il nostro organismo a crearle (anche questo ne ha accoppati anche di più), quello che ti fa bere la candeggina (altri danni), quello dell’argento che cura tutti i mali (ma che a volte ti fa diventare come silver surfer), quelli contro i vaccini e i farmaci che fanno male perché li producono le multinazionali cattive. Che ce ne sia uno di questi capace di argomentare coi fatti le sue idiozie. Poi ci sono quelli che queste stronzate se le bevono tutte, e che magari ce l’hanno pure contro le scie chimiche e i chip sottopelle. Prosit.

        Mi piace

      • Stefano ha detto:

        Parola del Signore. Rendiamo grazie a Dio. Amen.

        Mi piace

      • Gabriele ha detto:

        Accidenti, ma questi sono pensieri profondi! Il contenuto delle tue ultime risposte mi mette profondamente in difficoltà e la chiudo qui.
        Che pensatone che hai fatto. Ti sarai stancato. Ora riposati. Fatti un goccetto e torna a dormire.

        Te lo traduco: ripassa quando avrai qualcosa da dire.

        Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: