L’aereo che aveva lasciato le scie chimiche “accese”…


Tipico sciachimichista

Tipico sciachimichista

Un video sciachimichista postato su youtube mi ha dato la possibilità di una debunkatina facile facile così en-passant, tanto per tenersi in esercizio.

Nel video, un grosso aereo in fase di atterraggio (il carrello è fuori) sembra scaricare qualche aerosol da vicino alla punta delle ali. Non sembra affatto condensa.

Chi ha postato il video non ha dubbi e il titolo affibbiato al filmato è del tutto esplicito:  “Aereo dimentica di spegnere le scie chimiche in fase di atterraggio“.  Ecco il video:

L’autore chiosa il “proprio” lavoro (il virgolettato, come vedremo tra breve, è d’obbligo) con un laconico “Vuoi scoprire di più riguardo queste scie che solcano i cieli sopra la tua testa? E su tutte le altre bugie che ti hanno raccontato per renderti schiavo?” e poi un invito a collegarsi al suo sito per apprendere grandi verità dal suo “VIDEO LIBRO”.

Già su questo invito ci sarebbe da chiedersi: cosa cazzo è un “Video libro”? O è un video o è un libro. Un libro si legge, si studia, si capisce; un video si guarda e si ascolta. Niente di male in un video ma – nello specifico – forse il fatto che per leggere un libro serva almeno aver frequentato le elementari qualcosa c’entra. Vediamo perchè…

Tagliamo subito la testa al toro.  L’aereo sta scaricando davvero qualcosa di molto chimico e molto tossico: si tratta infatti di … carburante! Il velivolo – probabilmente per motivi di sicurezza – sta scaricando il carburante rimasto nei serbatoi prima dell’atterraggio. Non è qualcosa di insolito ma la quota a cui avviene è – quella sì – insolitamente bassa. L’operazione in inglese si chiama “fuel dumping” o “fuel dump”.

Cosa salta fuori cercando “fuel dump” su youtube? Alla terza posizione c’è lo stesso aereo del filmato in questione. Eccolo:

Solo che la descrizione è un po’ diversa: “Continental Airlines 777 with 275 passengers dumping fuel over New Jersey“, ossia “Uno 777 della Continental Airlines con 275 passeggeri scarica carburante sul New Jersey“.

Stesso filmato ma due descrizioni completamente diverse. Quella americana sembrerebbe plausibile ma un commentatore di quella italiana scriveva indispettito che non si vedono insegne o finestrini e che quindi si tratta di un cargo che sta irrorando scie chimiche.

Insomma quale delle due versioni è quella vera? La cosa è facilmente verificabile. Il filmato americano è disponibile in alta definizione e dura 55 secondi circa per un totale di 1667 fotogrammi. Quello nell’immagine qui sotto è il fotogramma 630 (secondo 21) con il contrasto leggermente aumentato e nel riquadro una foto di un Boeing 777 della Continental in fase di atterraggio:

Il velivolo del filmato e un Boeing 777 della Continental

Il velivolo del filmato e un Boeing 777 della Continental

Cliccate sull’immagine per ingrandirla. Si notano perfettamente il globo (simbolo della Continental) sul timone di coda, la scritta “Continental” nella parte alta della fusoliera, tra l’ala e il muso, e una striscia leggermente più scura in corrispondenza dei finestrini: stessa forma, motori, carrelli, disegni, colori dell’aereo nella foto.

“Incredibilmente” ha ragione l’autore del video originale e torto lo sciachimichista che lo ha postato senza riportare fonte e commenti dicendo che si sarebbe trattato di un “aereo [che] dimentica di spegnere le scie chimiche in fase di atterraggio” (corsivo mio).

Chi ha postato la versione complottista, dopo i miei interventi in cui spiegavo di cosa si trattasse, ha preferito disabilitare i commenti togliendo ogni dubbio su quale sia l’interpretazione corretta e sulla possibile qualità del suo “video libro” cui ci si dovrebbe rivolgere per liberarsi dalle bugie (per le sue menzogne).

In realtà lo capisco; quando il tuo pubblico è composto da boccaloni, perché prender per buona la lineare descrizione di un video fatta dal suo autore quando è possibile fornirne una ridicola versione taroccata che farnetica di scie chimiche e complotti?

Un po’ come un certo ex (?) comico genovese  che, tra le altre castronerie, “spiega” agli italiani che il problema del debito pubblico che ci asfissia si risolve rinegoziandolo con l’Europa… ma “dimentica” di dire che è per quasi il 70% in mani italiane e che se salta quel debito pubblico saltano banche, risparmi, mutui, stipendi, fondi pensione, prestiti, investimenti, ecc. Ma sì, tanto poi uscendo dall’Euro potremo stampar moneta e allora avremo tutti il reddito di cittadinanza (a proposito: ma allora perché – se li stampiamo noi – solo 1000 al mese e non 10000, così diventiamo magicamente tutti ricchi?) e potremo campar di rendita anche senza lavorare alla faccia di Bilderberg e FMI!

Non è meraviglioso tutto ciò?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: