Neutrini più veloci della luce? Forse no…

24 febbraio 2012
Neutrini più veloci della luce?

Neutrini più veloci della luce?

L’ufficio stampa del CERN ha rilasciato un comunicato sulla famigerata questione dei neutrini superluminali (qui l’originale).

«La collaborazione OPERA ha informato le agenzie che finanziano il progetto e i laboratori che lo ospitano di aver identificato due possibili effetti che potrebbero influenzare la misurazione dei tempi di percorrenza dei neutrini.

Entrambi questi effetti richiedono ulteriori verifiche con fasci pulsati corti. Se confermati, uno aumenterebbe l’entità dell’effetto misurato, l’altro lo diminuirebbe.

Il primo possibile effetto riguarda un oscillatore utilizzato per fornire le marche temporali per la sincronizzazione del GPS. Potrebbe aver portato a sovrastimare il tempo di volo dei neutrini [cioè i neutrini sarebbero più veloci di quanto misurato, n.d.t.].

Il secondo riguarda il connettore a fibre ottiche che porta il segnale GPS esterno all’orologio principale di Opera, che potrebbe non aver funzionato correttamente quando sono state fatte le misure. Se fosse successo, potrebbe aver portato a sottostimare il tempo di volo dei neutrini [cioè i neutrini sarebbero più lenti di quanto misurato, n.d.t.].

Il potenziale impatto dei due effetti è allo studio da parte della collaborazione di Opera. Nuovi test con fasci pulsati corti sono in programma per maggio.»

Cosa significa tutto questo? Che i neutrini non vanno più veloci della luce? Forse. O forse vanno ancora più veloci di quanto si pensasse. Non lo sappiamo.

L’incredibile bailamme dei mesi scorsi sul pensionamento della Teoria della Relatività; Einstein che va messo in soffitta; i cambi di paradigma scientifico; le rivoluzioni epocali; i proclami trionfanti dei fuffari che “l’hanno sempre detto”; nonché  lo spettacolo penoso dei nostri politici da barzelletta pronti a prendersi il merito del tunnel tra Ginevra e il Gran Sasso (gli stessi che ora scrivono su twitter che sulla “vicenda neutrini” avevano “il sospetto di aver manifestato un eccessivo entusiasmo” ma che ora si consolano perché non erano solo loro a sbagliare): tutto ciò non aveva alcun senso.

Quelle misure semplicemente sono sbagliate e vanno rifatte.

Gli scienziati, da parte loro – esclusi certi vecchi tromboni smaniosi di mettersi in mostra ma che con l’esperimento non hanno nulla che fare – hanno tenuto un profilo basso. Non hanno annunciato rivoluzioni ma hanno dichiarato che le loro misure necessitavano di conferme e che le sottoponevano alla comunità scientifica per gli approfondimenti del caso…

Sono stati cauti ma forse non a sufficienza. Quando le conseguenze di un annuncio sono così potenzialmente enormi bisogna pensare anche alla risonanza mediatica che una stampa cialtrona e ruffiana darà alla faccenda; soprattutto bisogna pensare alle conseguenze che un’eventuale smentita potrebbe poi avere sull’opinione pubblica, perché la colpa non sarà dei giornalisti cialtroni ma degli scienziati smaniosi di apparire (e magari in questo un fondo di verità c’è) che sprecano i soldi pubblici (cosa falsissima); e questo in un paese in crisi anche perché non fa ricerca è pericolosissimo.


Gli asteroidi pericolosi sono meno del previsto

30 settembre 2011
Asteroide 433 Eros

Asteroide 433 Eros visitato dalla sonda NEAR. Le sue dimensioni sono circa 34km x 11 km x 11 km.

Stanno arrivando le prime analisi dei dati raccolti dalla sonda automatica WISE durante il suo censimento del cielo all’infrarosso.

Una parte importante del lavoro della sonda era trovare nuovi asteroidi, in particolare quelli con orbite vicine a quella terrestre e dunque potenzialmente pericolosi. Questi oggetti sono chiamati NEO (Near Earth Objects).

I NEO grossa dimensione (di diametro superiore a un km) sono sostanzialmente quelli previsti (ne sono stati osservati il 90% del previsto). Ne sono stati trovati un migliaio, dei quali 911 già noti (sono più grossi e dunque più visibili). Nessuno di questi rischia di colpire la Terra nei prossimi secoli. In particolare, si pensa che siano stati trovati tutti gli asteroidi di dimensioni superiori a 10 km, tipo quello che potrebbe aver causato l’estinzione dei dinosauri.

I veri potenziali killer sono però i NEO di media dimensione (tra 100m e 1km di diametro), perché troppo piccoli per essere avvistati da lontano coi mezzi tradizionali. La vista agli infrarossi di WISE è invece in grado di localizzarli molto più facilmente. Si prevedeva che ce ne potessero essere circa 35.000. Ebbene, ci sono buone notizie…

Leggi il seguito di questo post »


Elenin, quando succede l’incredibile…

28 settembre 2011
Arriva la cometa! O no?

Aiuto! Arriva la cometa! O no?

La scienza oscurantista, la NASA al servizio della CIA e i debunker pagati dai governi volevano mettere tutto a tacere, versando miele nelle orecchie del pubblico giustamente preoccupato,  sostenendo che si trattasse solo di una normalissima cometa, piccina, insignificante, che non avrebbe potuto in alcun modo fare danni al nostro pianeta visto che sarebbe dovuta passare a 34 milioni di km…

Dicevano che la sua massa era talmente misera che, dalla distanza a cui si trovava, avrebbe avuto su di noi lo stesso effetto gravitazionale di un camion. Ma chi pensavano di prendere in giro?

Dicevano che in nessun modo gli allineamenti planetari o cometari potrebbero causare terremoti; tanto che gli astronomi manco li considererebbero, parlando piuttosto di congiunzioni (che – a sentir loro, servi del potere e megafoni della disinformazione – sarebbero solo buoni momenti per osservare il cielo); e che i geologi si ostinerebbero a considerare la tettonica a zolle come causa prima dei terremoti pur di negare a un personaggio scomodo come Bendandi e ai suoi emuli odierni come Giampaolo Giuliani o Mensur Omerbashich i giusti riconoscimenti.

Dicevano che la teoria dell’universo elettrico, l’idea che dentro la sua chioma si nascondesse in realtà una nana bruna o che sia stata mandata dagli Anunaki per nascondere l’arrivo di Nibiru sono bojate senza senso, buone per affabulare chi di fisica non capisce niente ma assolutamente insensate per chi ne abbia anche un’infarinatura liceale. Ma come si permettono costoro di snobbare così dei Grandi Ricercatori Indipendenti della Vera Scienza come Sitchin o Argüelles che hanno saputo leggere tra le righe che gli altri avevano “solo” saputo tradurre?

Hanno persino tentato di negare che la Elenin fosse stata rappresentata ben prima di essere ufficialmente scoperta in quel preciso schema esoterico per iniziati che è la banconota svizzera da 10 franchi con l’effige di Eulero.

A un certo punto – sicuramente per mettere la sordina al clamore che stava crescendo – hanno addirittura sostenuto che sarebbe stata distrutta dalla forza di marea del Sole, come spesso capita a comete così piccole e poco dense; come se poi la cosa potesse tranquillizzare qualcuno! Non lo sanno questi stolti che se una cometa esplodesse le sue schegge impazzite ci colpirebbero?

Ma i catastrofisti dalla mente aperta che non si fermano alle apparenze aspettavano al varco i biechi scientisti ottenebrati dalle proprie formule per il 26 e 27 settembre, quando la Elenin sarebbe stata perfettamente allineata con la Terra e il Sole e avrebbe sicuramente causato qualche evento catastrofico come lo tsunami del Giappone.

Ebbene, quello che tutti i catastrofisti temevano è veramente successo

Leggi il seguito di questo post »


Ade e i pianeti perduti

25 settembre 2011
Il Sistema Solare

Rappresentazione artistica del Sistema Solare

Un evergreen del catastrofismo è il corpo celeste portatore di morte e distruzione. Il pianeta X, Nibiru, la cometa Elenin: tutti sono stati accusati di essere una “nana bruna” o di nasconderla. L’idea non troppo felice è che – essendo una nana bruna un corpo massiccio ma non visibile ai telescopi tradizionali visto che emette solo nell’infrarosso – allora questa potrebbe arrivare di soppiatto nel bel mezzo del sistema solare e farci fuori all’improvviso. Come già sappiamo (vedi “Nibiru: quando i neuroni scioperano“, “Come combattere comete assassine e allineamenti catastrofici con le mele” e “Tyche, signora delle comete; Nemesis, signora della distruzione; e Nibiru, signore dei creduloni“) si tratta di emerite sciocchezze.

La realtà è che il Sistema Solare è già troppo complesso così com’è per ammettere visitatori periodici in grado di scombussolarlo ulteriormente.

Gli astrofisici mettono continuamente a prova i loro modelli teorici con simulazioni computerizate per capire quanto precisamente rappresentino la realtà. Ebbene, secondo i modelli più accreditati, l’attuale configurazione del sistema solare sarebbe un rompicapo…

Leggi il seguito di questo post »


Cometa Elenin – FAQ

23 agosto 2011
Cometa Elenin, 19/8/2011 (autore Michael Mattiazzo)

Cometa Elenin, 19/8/2011 (autore Michael Mattiazzo)

Il 10 dicembre 2010 l’astronomo russo Leonid Elenin ha scoperto una nuova cometa e l’Unione Astronomica Internazionale (IAU) gli ha consentito di battezzarla col suo nome, come si usa in questi casi. La cometa è stata chiamata C/2010 X1 Elenin.

Si tratta di una piccola cometa, una come tante, ma era dai tempi dell’URSS che un russo non ne scopriva una nuova.

Forse è per questo che le è stato inizialmente dedicato molto spazio e forse è per questo clamore (e per la moda delle congetture catastrofiste di questo periodo sfigato) che sul web si sono cominciate a scrivere le assurdità più incredibili su questo oggetto. Si è cominciato a parlare di inversioni del campo magnetico, di terremoti, di UFO, rifugi antiatomici in costruzione e tutti i più grandi disastri di questo 2011; e il peggio, a sentir loro, dovrebbe ancora venire.

Si tratta di sciocchezze ovviamente, ma vedere citate come relazioni di causa-effetto delle banali coincidenze, luoghi comuni, notizie di cronaca, leggende metropolitane o vere e proprie falsità  ha sempre un effetto di irresistibile suggestione, e molti abboccano.

Ho cercato di raccogliere come FAQ (Frequently Asked Questions, ossia Domande Poste Spesso) una serie di articoli che ho trovato in giro o che ho scritto o tradotto su questo mio blog (una versione portoghese delle FAQ è ora disponibile su informacaoincorrecta.blogspot.com: internet non finisce mai di stupirmi).

  1. Elenin è una sigla con un significato particolare?  [ ⇒ risp. 1 ]
  2. Chi è Leonid Elenin? Esiste veramente? [ ⇒ risp. 2 ]
  3. Possibile che un semplice astronomo dilettante abbia scoperto una cometa? [ ⇒ risp. 3 ]
  4. Cos’è una cometa? [ ⇒ risp. 4 ]
  5. Quanto è grande la cometa Elenin e dove si trova? È visibile a occhio nudo? [ ⇒ risp. 5 ]
  6. Perché non esistono foto della cometa Elenin? [ ⇒ risp. 6 ]
  7. La cometa Elenin colpirà la Terra? [ ⇒ risp. 7 ]
  8. Da dove vengono e dove vanno le comete? [ ⇒ risp. 8 ]
  9. Come può una cometa interagire con la Terra? [ ⇒ risp. 9 ]
  10. Le comete possono causare terremoti? [ ⇒ risp. 10 ]
  11. Gli allineamenti planetari possono causare terremoti? [ ⇒ risp. 11 ]
  12. Le comete possono causare problemi al campo magnetico terrestre? [ ⇒ risp. 12 ]
  13. Le comete possono causare l’inversione dell’asse di rotazione terrestre? [ ⇒ risp. 13 ]
  14. È vero che la cometa Elenin è una nana bruna oppure una stella di neutroni? [ ⇒ risp. 14 ]
  15. C’è un UFO nella coda della cometa Elenin? [ ⇒ risp. 15 ]
  16. A quanto pare la chioma della Cometa Elenin contiene acido cianidrico, che è molto velenoso. Moriremo tutti? [ ⇒ risp. 16 ]
  17. È vero che la Russia sta costruendo rifugi antiatomici per difendersi dalla cometa Elenin? [ ⇒ risp. 17 ]
  18. È vero che la NASA ha diffuso delle istruzioni per i suoi dipendenti in vista dei disastri causati dalla cometa Elenin? [ ⇒ risp. 18 ]
  19. È vero che la cometa Elenin è rappresentata nella banconota svizzera da 10 franchi? [ ⇒ risp. 19 ]
  20. Perché in tanti credono a queste sciocchezze? Quali sono i meccanismi psicologici alla base della credulità? [ ⇒ risp. 20 ]
  21. Se la cometa si disgregasse i suoi frammenti potrebbero colpire la Terra? [ ⇒ risp. 21 ]

Leggi il seguito di questo post »


Scoperta la quarta luna di Plutone

20 luglio 2011

Il telescopio spaziale Hubble con la sua acutissima vista ha scoperto una nuova luna intorno al freddissimo pianeta nano Plutone. Questa scoperta porta a quattro il numero di lune di Plutone.

Il sistema di Plutone

La fascia verticale centrale con Plutone e Caronte è attenuata per non sovraesporre la foto. La croce è il riverbero del crocicchio che regge lo specchio secondario di Hubble. La luminosità a grana grossa che sembra diffondersi dal centro è un artefatto causato dalla lunga esposizione.

Questo nuovo piccolo satellite, che non ha ancora un nome ed è stato temporaneamente denominato P4, è stato scoperto durante un’indagine di Hubble per cercare eventuali anelli intorno al gelido pianeta nano… Leggi il seguito di questo post »


La cometa Elenin nella banconota svizzera da 10 franchi?

15 luglio 2011
Dettaglio banconota svizzera da 10 franchi

Dettaglio banconota svizzera da 10 franchi

Attenzione! La cometa Elenin è in realtà un pericolo noto da decenni, tanto che è stata addirittura inserita nella banconota svizzera da 10 franchi! Questa almeno è la sostanza di una congettura avanzata in diversi siti e discussa in diversi forum e blog; e a quanto pare c’è chi prende davvero sul serio questa idea.

Questo genere di voci mi era stata fatta notare da Daniele, un lettore di questo blog, ma visto che si continua a parlarne mi è sembrato giusto approfondire.

La porzione di banconota con la misteriosa orbita è rappresentata qui a fianco. Cliccate sull’immagine per una versione ingrandirla. Si notano una misteriosa forma a tronco di cono sovrastata da un cilindro (stranamente simile a una capsula spaziale del progetto Gemini o Apollo) sullo sfondo, una serie di menischi attraversati da una linea verticale sulla destra e nella parte superiore una rappresentazione del sistema solare con un’ellisse eccentrica.

Se cercate “swiss bank note comet elenin” o “elenin 10 franchi” su Google trovate di tutto. L’idea nasce all’estero e non è nuova. Qualche anno, negli stessi ambienti, la stessa identica banconota era stata indicata come una delle prove dell’esistenza di Nibiru (cercate “swiss nibiru“). Non mancano i siti che avvertono che si tratta di un’assurdità (per esempio Osservatorio Apocalittico), ma prevalgono nettamente quelli che considerano quantomeno plausibile la “notizia”.

Che ci possa essere qualcosa di vero?

Leggi il seguito di questo post »