Invece che sprecare i soldi per le onde gravitazionali …

15 febbraio 2016
L'antenna gravitazionale Virgo a Cascina (Pisa)

L’antenna gravitazionale Virgo a Cascina (Pisa)

Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti
ma per seguir virtute e canoscenza

(Divina Commedia, Inferno, XXXIV)

All’in­do­ma­ni di ogni gran­de tra­guar­do del­la scien­za si fa sem­pre vi­vo qual­che ar­gu­to in­di­vi­duo che pontificando dal­l’al­to del­la propria sag­gez­za ci tiene a distinguersi dal vol­ga­re po­po­li­no plau­den­te e sentenzia che «in­ve­ce che spre­ca­re sol­di per “le on­de gra­vi­ta­zio­na­li” si po­treb­be pen­sa­re al­la fa­me nel mon­do».

A “le on­de gra­vi­ta­zio­na­li” po­te­te so­sti­tu­ire “il Lar­ge Ha­dron Col­li­der”, “il Bo­so­ne di Hig­gs”, “le mis­sio­ni su Marte”, “la mis­sio­ne su Plu­to­ne”, “l’es­plo­ra­zio­ne spa­zia­le” o quel­lo che più vi ag­gra­da.

A questa domanda potrei rispondere in maniera pacata e gentile come ha fatto quarant’anni fa il direttore scientifico della NASA a una missionaria in Africa che gli chiedeva che senso avevano le missioni spaziali con tanti bambini nel mondo che muoiono di fame (leggi qui la risposta). Chi oggi fa queste affermazioni su Facebook, Twitter & c. non è però un missionario sinceramente preoccupato ma un cazzone qualsiasi, per cui mi sento autorizzato ad essere meno diplomatico e benevolo…

Leggi il seguito di questo post »

Annunci