Guerra ai Gootiani!

27 novembre 2011
Lancio del Mars Science Laboratory

Lancio del Mars Science Laboratory

Non dovrebbe esserci il bisogno di spiegare perché il World Weekly News non vada preso sul serio (*) ma visto che la bufala riciclata delle grandi astronavi aliene in rotta verso la Terra che dovrebbero arrivare tra oggi e domani (di cui ho già parlato qui) è stata pubblicata su quel tabloid e ha avuto l’onore della prima pagina in molti siti per ufettarimi aspetto che il suo seguito possa fare altrettanto e quindi … mi porto avanti coi lavori.

Ieri, 26 novembre 2011, la NASA ha lanciato un grosso razzo da Cape Canaveral (qui l’annuncio). Secondo l’ineffabile World Weekly News (qui l’articolo) non si sarebbe trattato però –  come dichiarato dall’agenzia spaziale americana – del Mars Science Laboratory,  il nuovo spettacolare rover destinato ad atterrare su marte il 6 agosto 2012, missione in preparazione da anni. Sarebbe stato invece di un missile anti-alieni destinato a colpire le tre gigantesche astronavi aliene del pianeta Gootan in rotta verso la Terra. Il razzo si chiamerebbe “Spielberg” in onore dell’omonimo regista.

Secondo il tabloid, la NASA avrebbe dichiarato che il missile dovrebbe giungere a destinazione dopo due giorni ed essere seguito da una decina di altri razzi lanciati da Russia e Cina per intercettare le astronavi aliene prima che entrino nell’atmosfera terrestre…

Leggi il seguito di questo post »


Bufale riciclate: astronavi giganti in arrivo il 27 novembre

6 novembre 2011

Astronave aliena in arrivo?

L'astronavona arriverà nel 2011 o nel 2012?

A gennaio ci avevano raccontato che tre astronavi giganti in rotta verso la Terra sarebbero state avvistate dalle parti di Plutone. La data per l’arrivo era il dicembre 2012, ma a quanto pare è stata anticipata: saranno tra noi il 27 novembre di quest’anno!  La “notizia” è qui.

A dirlo a gennaio era Craig Kasnov, inesistente astrofisico del progetto SETI. Ora è l’altrettanto inesistente astronomo di fama mondiale Nirmal Bappu insieme ai suoi inesistenti colleghi scienziati John Malley e Mao Kan, affiliati ad inesistenti istituzioni scientifiche (o ad enti veri che si occupano di ben altro che queste sciocchezze).

La cosa strana è che, nonostante l’anticipo sulla data di arrivo, le astronavone sono ancora esattamente dov’erano a gennaio, quasi fossero … appiccicate. Per una spiegazione dettagliata sulla bufala in questione vi rimando all’articolo che scrissi a gennaio: “Tre gigantesche astronavi ci attaccheranno nel dicembre 2012“. Visto che si parla anche delle immagini di SOHO, vi segnalo anche La Colomba Spaziale (addirittura del 2009).

La bufala di gennaio era stata pubblicata su testate del tutto inaffidabili come Examiner.com e Pravda.ru. Quella odierna viene nientepopodimeno che dal famigerato World Weekly News, un sito pensato da burloni che si divertono a diffondere le storie più assurde che ben presto vengono diffuse sul web da centinaia di siti per creduloni. Non ci credete? Leggi il seguito di questo post »


Arrivano gli alieni, lo dice il TG3

5 agosto 2011
Maria Cuffaro annuncia la venuta degli alieni

Maria Cuffaro annuncia la venuta degli alieni

Una clip (qui) sta spopolando sul web.

La giornalista Maria Cuffaro durante un’edizione del TG3, con la nonchalance con cui si presenta un servizio di moda da Parigi, fa un annuncio epocale, uno dei più importanti che mai potrebbero essere trasmessi e che ogni mezzobusto della TV sognerebbe di dare, da far tremare i polsi e scatenare folle sgomente per strada, da dividere la storia in un prima e un dopo… Insomma l’annuncio forse più importante dopo la discesa di Dio in terra e le dimissioni di B.: gli extra terrestri starebbero venendo a farci visita.

A quanto pare più d’uno ci ha creduto. Sarà vero?

Leggi il seguito di questo post »


Nibiru: quando i neuroni scioperano

6 maggio 2011

Mi sono divertito a buttar giù qualche numero a proposito di una delle frottole più stupide della rete, il famigerato pianeta Nibiru.

Tanto per cominciare, è sconfortante vedere come nessuno dei sostenitori di questa baggianata si sia premurato di fare qualche calcolo; così, tanto per fare una semplice verifica. Molti non si sono nemmeno dati la pena di controllare le fonti: d’altra parte a che pro farlo, quando si è convinti che ci sia un complotto per coprire la notizia? E così tutto fa brodo: Nemesis, pianeta X, Eris, Sedna e ora anche Tyche e la cometa Elenin

Le uniche informazioni più o meno certe (beh, si fa per dire) sono: che passerà al perielio – il punto più vicino al Sole della sua orbita – il 21/12/2012; che in quel momento si troverà al centro della fascia principale degli asteroidi, a 2,8 unità astronomiche dal Sole (una Unità Astronomica corrisponde alla distanza media della Terra dal Sole, circa 150 milioni di km); che il suo periodo orbitale è di 3600/3750 anni.

Ho così rispolverato le mie conoscenze di trigonometria ed astronomia ed ecco cos’è saltato fuori…

Leggi il seguito di questo post »


Risolto il mistero del Pioneer?

8 aprile 2011

Ecco tradotto un articolo di New Scientist sulla misteriosa “anomalia dei Pioneer“.

La targa sul Pioneer 10

La famosa targa sul Pioneer 10

Una spiegazione ordinaria per la bizzarra anomalia dei Pioneer?

Cattive notizie per chi prevedeva una spiegazione esotica alla bizzarra “anomalia del Pioneer”!

Le ultime analisi suggeriscono che la misteriosa deviazione nella rotta delle due sonde gemelle della NASA, i Pioneer, potrebbe essere dovuta a un non uniforme irraggiamento del calore nello spazio.

Lanciate negli anni 1970, i veicoli spaziali Pioneer 10 e 11 stanno uscendo dal Sistema Solare a velocità di crociera da due diverse direzioni. Come previsto, stanno rallentando a causa dell’attrazione gravitazionale del Sole. Tuttavia, la decelerazione è di 8,7×10-10 metri al secondo più forte di quanto previsto. Potrebbe sembrare un’inezia, ma questo scarto ha dato la stura ad ogni tipo di ipotesi, dall’energia oscura fino a cambiamenti nelle costanti fisiche o alla legge di gravità [oltre che la solita sequela di baggianate su Nibiru, Pianeta X, buchi neri e UFO, n.d.t. ] …

Leggi il seguito di questo post »


Tre astronavi giganti ci attaccheranno nel dicembre 2012

5 gennaio 2011

Astronave aliena in arrivo?Non bastava la profezia Maya; non bastavano Nibiru e gli Anunaki e le loro Colombe Spaziali; non bastava la supertempesta solare: no, ci volevano anche gli alieni, quelli cattivi, come in Independence Day.

Ebbene, tre astronavi giganti sono in rotta verso la Terra. Si trovano vicino all’orbita di Plutone e arriveranno nel dicembre 2012, probabilmente per attaccarci. E questa volta a dirlo non sarebbe qualche pazzoide o il credulone di turno, ma Craig Kasnov un astrofisico ricercatore al progetto SETI. Così almeno riportano i sito Examiner.com e Pravda.ru.

Non ci credete? Guardate l’immagine qui sopra. Cosa pensate che siano quella macchie blu, così perfettamente allineate? Come mai nessun atlante stellare le ha mai classificate?

Pensate possa essere un falso? Allora consultate il sito www.sky-map.org. Cliccate sul topolino (“BETA – Star Browser ver. 2”) e nella maschera di ricerca inserite queste coordinate:

16 19 38.66  -88 42 26.3

Sono la declinazione e l’ascensione retta di una zona della costellazione meridionale dell’Ottante (Octans). Nel mezzo della finestra dovrebbe comparire la stessa immagine.

Si tratta dunque davvero di un oggetto extraterrestre in rotta di avvicinamento al nostro pianeta?

Leggi il seguito di questo post »


WikiLeaks e gli UFO

5 dicembre 2010

WikiLeaksJulian Assange, promotore ed attivista di WikiLeaks, è stato recentemente intervistato via webchat dal Guardian. L’intervista è qui. Una delle domande riguardava gli UFO:

Guardian:

«Mister Assange, ha mai ricevuto documenti che avessero a che fare con gli UFO o gli extraterrestri?»

Assange:

«Un sacco di tipi strambi [ “weirdos” nell’originale ] ci scrivono email sugli UFO o su come hanno scoperto che erano l’Anticristo mentre parlavano con la loro ex moglie durante una festa in giardino… Tuttavia finora non hanno finora rispettato due delle nostre condizioni per la pubblicazione:

  1. che i documenti non siano fatti in casa;
  2. che siano autentici.

Va notato che in alcune parti non ancora pubblicate del cablegate ci sono in effetti riferimenti a degli UFO».

La prima parte della risposta descrive in modo abbastanza spietato il nutrito sottobosco dei tanti ufettari da YouTube o da forum che infestano il web.

Nella seconda parte si rimanda a riferimenti a degli UFO nei cablogrammi non ancora pubblicati.

Strano? No, visto che UFO significa Unidentified Flying Object, ossia “Oggetti Volanti Non Identificati”. D’altra parte nella mente di tanti appassionati UFO significa quasi sempre “astronave aliena”, per cui i believers aspetteranno con trepidazione la pubblicazione di quei documenti.

Finirà come coi documenti sugli UFO rilasciati dal ministero della difesa britannica, talmente esplosivi che di lì a pochi giorni fu chiuso l’ufficio per la segnalazione degli avvistamenti, considerato un costo inutile?

 

 

 


Clamoroso annuncio!!!

25 novembre 2010

UFOÈ tempo di far crollare il muro di omertà e di disinformazione col quale il potere sta cercando da anni di nascondere e mistificare un fenomeno che ormai solo i pecoroni disinformati o i cani da guardia del regime rifiutano di vedere.

Proprio oggi Ken Johnston, un ex ricercatore della NASA la cui cacciata per le sue posizioni non allineate alla scienza ufficiale è stata fatta passare in silenzio e giustificata con futili motivi, ha annunciato che tra un mese loro arriveranno…

Leggi il seguito di questo post »


Rapimenti alieni: realtà? (parte 1ª)

12 luglio 2010

Qualcuno è mai stato veramente rapito dagli alieni?Uno dei temi più controversi quando si parla di ufologia sono i cosiddetti rapimenti alieni (alien abductions in inglese).

Ci sono diverse persone che affermano di essere state rapite, in genere durante il sonno, da esseri alieni. I ricordi di questi rapimentisono frammentari e spesso confusi ma, se lo scenario può variare, alcuni elementi sono comuni alla maggior parte delle testimonianze: più o meno tutti i “rapiti” (abductee) hanno immagini di se stessi legati a un tavolo dove vengono esaminati da alieni (in genere verde o grigio e con enormi occhi a mandorla). Di rapimenti alieni si comincia a parlare negli anni ’50 del secolo scorso (pochi anni dopo che, nel 1947, si cominciò a parlare di UFO come di astronavi aliene venute dagli spazi siderali per studiare noi e il nostro pianeta) anche se in letteratura esiste qualche traccia di racconti simili, dove gli alieni sono sostituiti da esseri con fattezze compatibili col linguaggio e la cultura popolare dell’epoca. Tra i miti e le leggende di molti popoli sono descritte entità che ogni tanto disturbano il sonno dei malcapitati gravando sul loro petto.

Dunque la tesi è che «degli alieni sono venuti da distanze siderali per rapirmi durante il sonno, stendermi su un tavolo operatorio, studiarmi, umiliarmi e poi rimettermi nel mio letto. E lo hanno fatto più volte, senza lasciare nessuna prova fisica e senza che nessun altro se ne accorga»… Una questione posta in questi termini non può che polarizzare le opinioni: è difficile accettare razionalmente un’ipotesi tanto estrema da destare facili ilarità; d’altra parte i siti e i forum ufologici, i tanti ragazzini pieni di fantasia che li frequentano e gli onnipresenti venditori di fuffa non fanno molto per affrontare la cosa da un punto di vista razionalmente accettabile.

Il fatto è che un terreno su cui confrontarsi esiste. Secondo tutti gli psicologi che hanno affrontato la questione, quale che sia la loro idea sulla realtà delle esperienze raccontate, chi sostiene di essere stato rapito (d’ora in poi i “rapiti“) è spesso sincero. I suoi ricordi gli dicono che ha subito un’esperienza traumatica e spesso umiliante; e gli suggeriscono immagini di esseri che volano o si spostano intorno ad un letto dove egli si trova immobilizzato.

Una persona che, se non altro, ha avuto il merito di aver portato la questione sotto gli occhi della scienza è stato John Mack, professore presso la prestigiosa Harvard Medical School, insignito del premio Pulitzer (per una biografia psicologica su Lawrence d’Arabia) ma soprattutto discusso, contestatato, amato autore di libri che sono diventati ben presto dei best seller tra i cultori del fenomeno UFO e paladino dei diritti e della dignità dei “rapiti” dagli alieni.

John Mack è morto nel 2004. L’articolo di Kaja Perina che ho tradotto e integrato qui di seguito (qui l’originale) è stato pubblicato nel marzo del 2003 su Psychology Today. Prende spunto da un’intervista al professor Mack e a suoi due colleghi per fare il punto – ammesso che sia possibile – su una questione così controversa…

Leggi il seguito di questo post »


Rapimenti alieni: realtà? (parte 2ª)

12 luglio 2010

⇐ Torna alla 1ª parte

Sognare ad occhi aperti

Gli psicologi hanno a lungo congetturato che i “rapiti” potessero essere inclini a fantasie e all’essere “assorti”, la propensione a sognare ad occhi aperti o a rimanere incantati dai romanzi. Sia i “rapiti” dagli alieni che una gran numero di quelli che si ritrovano a fantasticare denunciano false gravidanze, esperienze extracorporee e apparizioni. Alcuni psicologi speculano sul fatto che persone come Will Bueche e Peter Faust siano semplicemente individui naturalmente predisposti agli incontri con un recettività accentuata rispetto esperienze anomale. Quale che sia il caso, Bueche e Faust hanno trovato un ascoltatore ben disposto in John Mack…

Leggi il seguito di questo post »